header logo

Sticchi Damiani: "In arrivo finanziamenti per il Via del Mare: abbiamo bisogno di voi"

Il presidente dei salentini parla ai microfoni aggiornando il mondo Lecce sulla situazione stadio

Filippo Verri /

Il presidente dei salentini parla ai microfoni aggiornando il mondo Lecce sulla situazione stadio

Filippo Verri /

Il presidente dei salentini parla ai microfoni aggiornando il mondo Lecce sulla situazione stadio. Segui le sue dichiarazioni in questo articolo o in diretta video sul nostro canale Twitch a partire dalle 10:30.

  • In chiusura

    Nello step dei lavori già deliberati c'è l'integrale rifacimento del terreno di gioco, dell'illuminazione dello stadio e dei servizi igienici. Poi ci saranno punti ristoro ulteriori.

  • DOMANDA: quali sarebbero i tempi della seconda fase?

    Qualora dovesse essere approvato il decreto, i lavori potrebbero avvenire contestualmente al primo step. I tempi sono ristretti, non abbiamo molte estati da sfruttare prima dei Giochi del 2026. Ecco perché è fondamentale che qui si vada con procedure accelerate in deroga, sarà una corsa contro il tempo.

  • Prosegue il presidente

    Sapete bene, come previsto dalla convenzione, che in questi anni abbiamo dovuto fare degli interventi strutturali con le nostre tasche per circa 7 milioni complessivi. Magari il tifoso non se n'è accorto, ma sono stati importanti.

  • DOMANDA: si potrebbero avvicinare le tribune?

    Rispetto a questi progetti è tecnicamente non percorribile. Con copertura, la spinta dei tifosi verrebbe alimentata.

  • DOMANDA: perché chiede l'aiuto dell'ambiente?

    Perché ricordiamo che i Giochi si disputeranno a Taranto. Lecce ha un ruolo ma non è protagonista. Se vi chiedo di spendervi per questa battaglia è perché credo che abbiamo bisogno del vostro supporto.

  • Sticchi Damiani parla del secondo step

    È in cottura un secondo decreto con un secondo stanziamento di budget diventato concreto in queste cose. Verrà stanziata un'altra significativa somma di circa 100 milioni per tutti i Giochi del Mediterraneo, in virtù della quale si può realizzare il sogno copertura. Oggi ho questo sogno e se vengo a raccontarvelo è perché è fondato. Vorrei che tutti possano sposare questa battaglia che il Salento merita di vincere, non credo passerà un secondo treno. Sarà un budget rilevante e la settimana prossima incontrerò personalmente il ministro Fitto ed il commissario Ferrarese per trasferire loro questa esigenza che il territorio avverte. È un'opportunità unica. Anche per questo secondo step non ci presentiamo a mani vuote: abbiamo affidato ai nostri professionisti anche un secondo step che personalmente sottoporrò a Fitto e Ferrarese affinché venga inserito nel masterplan del secondo decreto. Sarà uno studio di fattibilità fatto a nostre spese, è importante che se ne parli perché la decisione finale avverrà in queste ore. Per anticipare i tempi vi facciamo vedere una prima bozza del secondo step.

  • Prende la parola l'architetto Maghenzani

    Ho pochissimo da dire, il presidente è stato preciso. Ci ha colpito l'emozione di ristrutturare un impianto che oggettivamente è valido architettonicamente e testimonia 50 anni di storia. Vedendo il bicchiere mezzo pieno siamo intervenuti in quello che per noi è riqualificazione di architettura e crediamo di esserci riusciti. Abbiamo ritenuto importante, fattibile e pieno recuperare questa struttura.

  • Il commento post video

    Questa è la prima parte del restyling. Una volta che ci sarà l'approvazione della Corte dei Conti, i lavori saranno molto rapidi. L'iter partirà subito alla fine del campionato per questo primo intervento.

  • Ancora Sticchi Damiani

    Ci saranno interventi seri, calibrati, strutturali… che migliorano il comfort e la bellezza. Poi c'è una seconda parte di quello che vorremmo fare, motivo per il quale vi ho chiesto di venire oggi e per il quale c'è bisogno di tutti.

    VISIONE DEL VIDEO

  • Prosegue

    Tempo fa abbiamo preferito un basso profilo, evitando rendering: l'unico obiettivo era raggiungere un finanziamento per lo stadio. Il primo step è stato portato a casa, c'è un decreto ministeriale con un masterplan ed il primo step di lavori per il Via del Mare è stato deliberato. Manca solo il visto della Corte dei Conti, ci dicono una formalità. Il primo step lo abbiamo raggiunto attraverso un percorso serio; abbiamo preparato a nostre spese uno studio di fattibilità tecnico-economica, affidato a nostri tecnici di fiducia profondi conoscitori dello stadio presenti oggi in prima fila: ingegnere Quarta Colosso, Marsano e architetto Maghenzani. Abbiamo deciso di donare questo progetto al comune che lo ha poi trasferito al comitato che organizza i Giochi. Grazie a questo iter, abbiamo portato a casa il primo step. Abbiamo tenuto riservato questo studio di fattibilità, oggi vi proponiamo un breve video sul restyling del Via del Mare. Dal nostro punto di vista, lo stadio è bellissimo sia per la storia sia per l'architettura.

  • Premessa

    Parliamo di interventi strutturali sul nostro stadio non perché abbiamo archiviato la parte sportiva, assolutamente no. Manca un pezzettino al raggiungimento di un altro risultato straordinario in un percorso eccellente. Siamo tutti concentrati, inizia oggi una settimana importante, domenica uno scontro estremamente delicato. Oggi ci concediamo il discorso sulle strutture perché i temi relativi ai Giochi del Mediterraneo dipendono dal Governo. Ci concediamo una digressione, ma non è un modo per distrarsi dalle questioni sportive. Non parleremo del tema centro sportivo perché dipende da noi e possiamo parlarne quando vogliamo.

In diretta su Twitch mercoledì alle 19: ospite Medon Berisha
Lecce, in arresto un 25enne con addosso un punteruolo artigianale