SEGUICI SU TWITCH

Offerta da
CURIOSITÀ

FIFA 22 rispecchia la realtà? I migliori calciatori del Lecce per ogni attributo del gioco

Scritto da Filippo Verri  | 
foto di Giulio Paliaga

È stato rilasciato ufficialmente lo scorso 1 ottobre FIFA 22, il nuovo capitolo del videogioco di simulazione calcistica può famoso al mondo.

Sebbene nel prodotto ideato dall'azienda canadese EA Sports non sia presente il campionato di Serie B (esclusiva di Konami, storica rivale che ne ha acquistato le licenze esclusive), è possibile giocare con qualche club della caletteria, tra cui il Lecce.

FIFA 22 rispecchia davvero la realtà?

Per testare il nuovo video-game, abbiamo deciso di analizzare alcuni valori assegnati ai calciatori del Lecce e confrontarli col calcio giocato, per stabilire se gli sviluppatori del gioco hanno seguito attentamente le prestazioni dei salentini.
Ci baseremo principalmente su sei attributi: velocità, tiro, passaggio, dribbling, difesa e fisico.

 

VELOCITÀ

Il calciatore più rapido presente nella rosa del Lecce è Gabriel Strefezza, con 82 di velocità.
Alle sue spalle Gallo con 79 e Listkowski con 77.
Scelta giusta? Forse avrebbe meritato il podio il buon Di Mariano che sul gioco ha 71 di velocità, ma dal vivo ci ha dimostrato di essere una scheggia. 
Tutto sommato giusto assegnare il “riconoscimento” di calciatore più veloce all'ex SPAL.

 

TIRO

Era difficile sbagliare: è Massimo Coda il miglior finalizzatore, con 74 di tiro. 
In quanto capocannoniere della passata stagione di Serie B con ventidue reti, scelta perfetta.
Alle sue spalle Di Mariano con 63 e Olivieri con 59. 
L'ex Venezia nel 2020/21 ha messo a segno appena tre reti ma, con poche presenze in giallorosso, ha già insaccato quattro volte il pallone. Corretto inserirlo dietro Coda.
L'attaccante scuola Juve, invece, con l'Empoli ha segnato cinque gol, mentre questa stagione è ancora a secco. Giusto il 59 di tiro ma se vorrà confermarlo dovrà darsi da fare.

 

PASSAGGI

Sorridi Luca, se scegli il Lecce su FIFA 22 sarai il miglior assist-man della squadra (68). 
Nonostante un solo assist messo a segno la passata stagione, l'ex Frosinone costringe i compagni ad inseguirlo. 
Alle sue spalle Majer (68, lo scorso anno due assist) ed il neoacquisto Blin (66, nessun assist in Francia). Menzione d'onore per Hjulmand, che nel calcio giocato ci emoziona con le sue verticalizzazioni e sul gioco ha appena 62 di passaggio. Direi rivedibile.

 

DRIBBLING

Colpo di scena: Paganini sbanca anche qui. È l'ex Frosinone il miglior giocatore a dribblare l'avversario su FIFA con una valutazione di 72. Al suo fianco Barreca a pari merito e alle loro spalle Strefezza con 71.
Le statistiche relative alla passata stagione però ci raccontano una versione differente: l'esterno numero 7 ha una percentuale del 38% di dribbling riusciti, mentre Barreca è sceso in campo troppo poco per stabilire un valore preciso.
Strefezza vanta il 49% effettivo e Di Mariano, che insegue con 70 di dribbling, il 50%.

 

DIFESA

Il premio di miglior difensore va a Fabio Pisacane che vanta 75 di difesa. L'ex Cagliari batte Lucioni (71) e Calabresi (70)
Nella scelta di premiare “pisadog” sicuramente ha influito la prima metà di stagione con cinque presenze in Serie A, perchè qui nel Salento ha trovato poco spazio e non ci ha fatto apprezzare al meglio le sue qualità. Secondo posto meritato per il capitano, leader della difesa del Lecce
Difficile da giudicare il terzino ex Bologna, invece, perchè viene da un'annata difficile con poche apparizioni.
Pisacane nel calcio reale non potrà aiutare i propri compagni a causa di un grave infortunio al ginocchio, ma può svagarsi giocando a FIFA con un'ottima valutazione.

 

FISICO

Una volta con Torromino non ci sarebbe stata competizione, ma in questa stagione, secondo EA Sports, il calciatore giallorosso dotato di maggiore forza fisica è Blin (77).
Nulla da fare per Meccariello (76) e Tuia (74) che hanno una stagione di tempo per impensierire l'ex Amiens aumentando il carico di lavoro in palestra.
Il buon Alexis vanta il 50% di contrasti vinti nel calcio giocato, mentre “big Mec" il 63%, così come l'ex Benevento.

 

A voi il giudizio finale: FIFA 22 è davvero realistico? Siete d'accordo con i valori attribuiti da EA Sports o quest'anno appenderete il joystick al chiodo?