header logo

E' durata tre ore ieri la discussione davanti al Tar del Lazio dei ricorsi amministrativi con i quali il Calcio Lecco e la Reggina 1914 contestano la mancata ammissione al prossimo torneo di Serie B di calcio. Proprio sarà pubblicato il dispositivo di sentenza dei giudici amministrativi. Secondo la procedura specifica per ricorsi di questo tipo, successivamente il Tar avrà nel massimo 10 giorni di tempo per pubblicare anche le motivazioni delle sentenze. Insieme con il ricorso del Lecco è stato discusso anche il ricorso 'associato' proposto dalla Figc

Uno dei legali della Reggina, Enrico Lubrano, ha esposto i punti cardine del ricorso amaranto, come riportato dal nostro inviato Valerio Romito, presente presso la sede del Tribunale Amministrativo Regionale: "Stanno condannando a morte un'impresa con tutte le conseguenze che ciò comporta, esattamente - riporta tuttoreggina -contro lo spirito del codice per la crisi di impresa, con una pena abnorme. L'8 luglio la Figc aveva di fronte una società che aveva pagato tutto, ed aveva un equilibrio finanziario esemplare, che è quello che devono verificare Federazione e Covisoc; sempre sul 169 andava certamente applicato il punto C che prescrive di adempiere nei termini previsti dal provvedimento di esdebitazione; la Reggina avrebbe certamente potuto pagare il 20, ma non ne era obbligata perché il debito non era scaduto".

Reggina, la Lega B e i 18 club aderiscono a tesi FIGC: "Esclusione Reggina per salvaguardare l'equa competizione"

Ieri è Intervenuta anche la  Lega della serie B, che rappresenta anche i 18 club attualmente in organico nel torneo cadetto. Come riportato dai colleghi di tuttoreggina, presenti presso la sede del Tribunale Amministrativo Regionale, la Lega B e i 18 club, che hanno presentato intervento ad opponendum, "aderiscono alle tesi Figc, e dunque chiedono l'esclusione della Reggina per salvaguardare l'equa competizione".

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"