SSD: “Sento profumo di Serie A”. Ed attacca il Comune: “Stadio? Lasciati soli”

Il presidente del Lecce, Saverio Sticchi Damiani, si sbilancia per la prima volta sull’obiettivo finale dei giallorossi: la Serie A.

Il numero uno del club salentino ha dichiarato al Nuovo Quotidiano di Puglia: “Serie A? In maniera molto sincera penso che abbiamo una squadra che gioca proprio bene e che tranne forse una o due partite quest’anno raramente ha sbagliato l’approccio alla gara. E se mi guardo intorno non vedo squadre che stanno facendo meglio di noi. Quindi, lascio a lei il compito di fare la somma di tutte queste considerazioni e vedere a cosa porta…“.

Ci sono novità sul fronte del ‘Via del Mare‘?

Anche per lo stadio, nonostante un impegno preannunciato da parte dell’Amministrazione comunale, noi siamo stati sempre soli. Tutti i costi, anche quelli legati a esborsi non di nostra competenza su interventi di straordinaria manutenzione, nonostante le promesse, sono gravati e gravano su di noi. E’ una situazione per noi difficilmente sostenibile perchè è impensabile che la proprietà si occupi sia della gravosa gestione tecnica che di quella delle strutture. Adesso, è iniziato un dialogo serrato con il commissario straordinario per rivedere la convenzione e immaginare di riscriverla completamente. Sinceramente spero che tutto questo possa avvenire il più presto possibile, prima ancora di eleggere il nuovo sindaco”.

C’è il rischio di chiusura della Tribuna Est per la prossima stagione?

Sì, purtroppo al momento la situazione è questa. Ci fu un’iniziale disponibilità da parte del nostro socio De Picciotto di fare un restyling dello stadio, ma il problema è che non ha senso intervenite con un restyling poichè abbiamo scoperto strada facendo che ci sono problemi proprio strutturali“.

Commenta con Facebook