Plusvalenze senza denaro: Gravina punta un faro

Plusvalenze fittizie, o contabili, per i bilanci delle Società di Calcio. E’ su questo argomento che la FIGC vuole mettere naso per capire quanto il fenomeno sia fisiologico e quanto patologico. Secondo Repubblica, sarebbe un fenomeno da attenzionare quello degli scambi di giocatori che non generano uno scambio vero di denaro.

Il Chievo è stato recentemente penalizzato proprio per operazioni parallele con il Cesena nelle quali erano coinvolti alcuni ragazzi della Primavera passati da un Club all’altro senza reale passaggio di danaro.

I soldi non si muovono ma nei bilanci quelle operazioni hanno comunque un valore e questo serve a far rispettare il fair play finanziario. La FIGC, con le regole attuali, non può arginare questo fenomeno ma le nuove regole della giustizia sportiva impediranno da Luglio tutto ciò assegnando una specie di cartellino giallo alle Società che porranno in essere questo tipo di operazioni.

La COVISOC potrà chiedere informazioni e segnalare anomalie a sindaci e società di revisione affinché si ottenga una valutazione realistica dei calciatori acquisiti.

Commenta con Facebook