Matera, i giocatori scioperano e in campo vanno i 2000

Sono giorni drammatici per i tifosi del Matera che oggi assisteranno probabilmente ad uno dei momenti più bassi della gestione Columella: i giocatori della prima squadra infatti non scendono in campo, al loro posto giocheranno i ragazzi della Berretti.

Il Matera è stato negli ultimi anni uno dei club protagonisti della Serie C con andamenti altalenanti ma sempre pronto a svettare tra le prime posizioni in classifica arrivando a sfidare le grandi e ad ambire piazzamenti in grado di offrire la Serie B.

Già lo scorso anno ci sono stati problemi simili, affrontati e superati grazie alla professionalità dei calciatori. Nelle ultime settimane invece è precipitato tutto e due giorni fa l’AIC ha divulgato un comunicato in favore dei calciatori materani:

«L’ AIC e i calciatori professionisti attualmente tesserati per il Matera Calcio S.r.l., richiamando tutte le motivazioni già esposte nel comunicato del 20 dicembre u.s. e decorso infruttuosamente il termine odierno per gli adempimenti retributivi, con la presente formalmente indicono lo sciopero per la giornata di mercoledì 26 dicembre 2018. Purtroppo, tutto tace dal giorno di proclamazione dello stato d’agitazione; la società non ha ancora corrisposto alcunché; i calciatori da settembre 2018 non hanno percepito alcuna mensilità sulle tre maturate, né hanno certezze sul proseguimento dell’attività sportiva stante, in particolare, l’assenza di idonea garanzia fideiussoria a copertura delle proprie retribuzioni impagate e la presenza di ingenti debiti nei confronti dei tesserati della scorsa stagione sportiva».

Commenta con Facebook