“La fede non va mai in vacanza”, riapre la campagna abbonamenti. Ecco le specifiche

Come annunciato dal vicepresidente Corrado Liguori in anteprima su Pianetalecce una settimana fa (leggi qui), riapre la campagna abbonamenti dell’US Lecce in vista del girone di ritorno – e non solo – che partirà con la ripresa del campionato il 19 Gennaio 2019.

Questa mattina si è tenuta una conferenza stampa a tal proposito che spiega quali saranno i passaggi di questa nuova formula per agevolare i tifosi che in estate non hanno potuto sottoscrivere l’abbonamento.

La campagna abbonamenti invernale aprirà il 10 Dicembre e chiuderà il 21 e prenderà in considerazione tutte le 11 partite casalinghe rimaste a partire dal match Lecce-Padova del 23 Dicembre, gara che precede il Natale e che rappresenta l’ultima gara al Via del Mare del girone di ritorno.

Corrado Liguori ha commentato così la riapertura: “Non abbiamo degli obiettivi precisi, ma il senso di questa iniziativa è quello di dare una ulteriore possibilità, venire incontro ai tifosi che non hanno fatto la tessera quest’estate, magari per svariati motivi. Per noi, società e allenatore, i tifosi sono fondamentali”.

Le tessere si potranno sottoscrivere online attraverso la Fidelity Card oppure per il tramite delle ricevitorie Vivaticket abilitate. La sottoscrizione potrà avvenire anche tutti i giorni dal Venerdi al Sabato presso i botteghini dello stadio tra le 10 e le 18 o a distanza tramite una richiesta da inoltrare all’indirizzo abbonamenti@uslecce.it.

I PREZZI Sono previste le tariffe ridotte per donne, under18 e over65. Un abbonamento intero in Curva Nord costa 110 euro – contro le 195 della prima fase in estate e le 235 della seconda fase – mentre 145 euro l’intero in Tribuna Est – contro le 235 euro della prima fase e le 280 della seconda fase.

In buona sostanza, all’abbonato estivo di Curva Nord l’abbonamento è costato 10,84 euro a partita se ha sottoscritto nella prima fase oppure 13 euro se ha sottoscritto nella seconda; all’abbonato invernale di Curva Nord costerà invece 10 euro. C’è da dire che l’abbonato estivo contava su quelle gare casalinghe in più che sono venute meno a causa dei mancati ripescaggi dalla Serie C e che avrebbero abbassato il prezzo/partita.

Sull’argomento è intervenuto anche Fabio Liverani“I tifosi sono una componente fondamentale. La riapertura della campagna è un venire incontro al territorio e alla sua gente, che risponde sempre presente come abbiamo avuto modo di vedere anche nell’ultima trasferta di Carpi”.