I media spingono il Brescia verso il sorpasso ma contro il Lecce non si scherza né si sogna

Sono scatenati a Brescia dopo la vittoria realizzata a Salerno; la prima in trasferta in questa stagione. Un 1-3 che sarebbe potuto essere ben più corposo come risultato, sempre a favore delle rondinelle.

Questa vittoria ha galvanizzato sia i tifosi che gli addetti ai lavori, come leggeremo più avanti, perché tutti aspettano il Lecce e nello stesso tempo sperano nel sorpasso. Ricordiamo infatti che i giallorossi sono avanti di due punti in classifica e ancora non hanno riposato, mentre il Brescia si.

Il “Corriere di Brescia”, ad esempio, nell’articolo scritto subito dopo la gara di Salerno definisce Brescia-Lecce di domenica prossima la “partita clou” del girone di andata. Addirittura quella “clou” non per il Lecce evidentemente. E’ senz’altro la partita più importante ma per il Brescia.

Il “Giornale di Brescia” continua sulla stessa falsa riga dei colleghi e scrive “Domenica altro big match: al Rigamonti e ancora alle 21 arriva il Lecce secondo in classifica. E i tifosi del Brescia già sognano il sorpasso”. Clima infuocato insomma, è bene che il Lecce sappia a cosa andrà incontro nel posticipo al Rigamonti.

“Brescia Oggi” spiega bene cosa devono fare gli uomini di Corini domenica e fa sognare la promozione diretta ai suoi lettori: “…Brescia che adesso è a 2 punti dal secondo posto occupato dal Lecce e domenica, indovinate un po’, al Rigamonti c’è proprio Brescia-Lecce e i biancazzurri, d’incanto, potrebbero ritrovarsi in zona promozione diretta, tenuto conto che, al contrario di alcune dirette rivali, hanno già effettuato il turno di riposo”. Che poi la partita in più si deve sempre giocare e vincere, non è detto che sia vinta prima ancora di giocarla.

Anche “il Giorno” parla di sogni: “Il Brescia adesso può sognare davvero in grande stile”. Insomma, la vittoria di lunedì ha galvanizzato tutto l’ambiente lombardo che sogna alla grande e ne ha ben donde. Il Brescia è una squadra che è stata costruita per vincere questo torneo, non come il Lecce che invece è stato costruito per salvarsi ma in classifica è più avanti. Scherzi del destino.

Non possono mancare le lodi a Donnarumma – strameritate – capocannoniere della serie B, Lucioni è avvisato, ma anche quelle a Tonali, un diciottenne dall’avvenire radioso. Il “Giornale di Brescia” le fa a Donnarumma scomodando nomi illustri come quelli di Hubner, passando per Ganz fino ad arrivare a Roberto Baggio. Mentre su “m.brescia” è il gioiellino Tonali ad andare sugli scudi, cercato dalle grandi della serie A.

A questo punto il Lecce dovrebbe avere il ruolo della vittima sacrificale al Mario Rigamonti, così da consentire che il “sogno” degli avversari si possa concretizzare. Noi sappiamo bene, invece, che Liverani starà martellando la squadra senza badare a nient’altro che a fare risultato a Brescia e non per infrangere i sogni dei locali ma perché semplicemente il buon Fabio “non ci sta” a perdere. In questo girone di andata però ne ha infranto già qualcuno. Il Lecce è una matricola si, una squadra costruita per salvarsi – almeno così dicono – ma è sempre una squadra contro cui non si scherza. Né si sogna.

Iweblab