Provateci voi, a correre come pazzi avanti e indietro per 95 minuti. Provateci voi, a fare la preparazione atletica con Zeman. Provateci voi, ad arrivare fino al limite dell’area, dopo una corsa di 70 metri, fare finta e controfinta e, se ne avete ancora, segnare. Provateci voi, a non saltare neanche una partita durante tutto il campionato. Provateci voi, a segnare 9 reti col Lecce. Provateci voi, ad essere il primo giocatore della storia del Lecce ad essere stato convocato ed esordire in Nazionale.

Adesso che ci avete provato dovete riuscirci, però…

Marco Cassetti ci è riuscito ed è entrato di diritto nella storia del Lecce. Come anche i suoi gol con la classica cavalcata fino al limite dell’area e le sue finte inconfondibili.

Tutti sapevano che l’avrebbe fatta ma tutti puntualmente ci cascavano. Polmoni inesauribili che hanno dato tanto alla causa giallorossa. Come il suo primo gol con la maglia del Lecce, sotto la Nord, contro l’Ancona alla 2° giornata del Campionato di Serie A 2003/2004.

Bellissimo filtrante di Vucinic per Marco che dopo la solita galoppata riceve, dribbla il portiere e insacca a porta vuota. Marco Cassetti, il 77 più famoso della storia del Lecce.

14 settembre 2003