Lecce-Venezia, 14 precedenti: bilancio a favore dei giallorossi

Quello di questo pomeriggio al “Via del Mare” sarà il 15° confronto ufficiale, in partite di campionato, tra Lecce e Venezia, il 10° in Serie B. Nei 14 precedenti (2 in Serie A, 9 in Serie B e 3 in Serie C) il bilancio è nettamente favorevole ai giallorossi che si sono imposti per ben 7 volte, 5 invece i pareggi e soltanto 2 le sconfitte. 20 sono stati i gol fatti e 13 quelli subiti.

La prima sfida venne giocata nel lontano 16 febbraio 1930 in una partita valida per la 17° giornata del campionato di Serie B 1929/30. Un Lecce privo di alcuni giocatori-chiave (es. Mottola, Fortino e Tana) perse per 2-1 (rete di Abriani) con i veneziani usciti, a fine partita, tra gli applausi degli spettatori presenti al “Carlo Pranzo”.

Il Lecce conquistò la prima vittoria esattamente due anni più tardi (nel terzo precedente tra le due squadre). Il 21 febbraio 1932, sempre in una partita valida per la serie cadetta, i giallorossi si imposero per 1-0 con gol di Biasotto dopo una bella azione condotta da Cosma e l’ala Pampaloni. Già dall’anno prima il Venezia aveva assunto la denominazione di “Serenissima” e cambiato i colori sociali per evitare che i debiti accumulati dalla vecchia società potessero avere ripercussioni sulla squadra; tale denominazione venne conservata fino al 1934).

Lecce-Venezia, tra gli anni 90 e i primi anni 2000, è stata anche la partita i cui i grandi bomber della storia giallorossa hanno lasciato il segno:nella prima giornata del campionato di Serie B 1991/92 ci pensò Pedro Pablo Pasculli a regalare la vittoria.Un anno più tardi fu invece Rizzolo (soprannominato Rizzo-gol da parte dei tifosi) a segnare il gol decisivo con un delizioso pallonetto con tanto di dedica al Presidente Jurlano. Nella prima partita in Serie A tra le due squadre, giocata il 28 novembre 1999 andò a segno Cristiano Lucarelli (di William Viali l’altra rete) per il 2-1 finale.

Negli ultimi due precedenti il grande protagonista è stato Ernesto Javier Chevanton che, prima, firmò una strepitosa doppietta nella partita del 30 marzo 2002 e qualche mese più tardi si rese ancora protagonista di un gol e un assist per il 3-1 (di Giacomazzi e Cimirotic le altre reti) con cui la squadra allenata da Delio Rossi vinse l’ultimo precedente tra le due squadre. Quest’ultima partita, tra l’altro, fu la prima da Presidente del club giallorosso per Rico Semeraro.

Iweblab