Le storie di Quando il calcio era bello | Accadde il 24 Agosto 1996

La Coppa Italia è stata sempre una competizione un po’ troppo snobbata. Eppure è la competizione più bella, quella che può fare sognare le “piccole” molto spesso galvanizzate dallo scontrarsi con club molto più blasonati.

Il Lecce, in Coppa, è stato spesso artefice di miracoli sfiorati e di ottime prestazioni. Basti ricordare un doppio confronto con l’Udinese dove successe praticamente di tutto. Ma quella col Genoa nel 1996 fu preambolo di una stagione da incorniciare.

Negli archivi troverete uno 0-2 a tavolino, per noi quella partita finì e finirà per sempre con un rotondo 3 a 0. Fuori c’erano le giostre in occasione della festa patronale ma dentro lo stadio c’erano gli 11 gladiatori che ancora ricordiamo per essere gli artefici del doppio salto di categoria.

Ed i protagonisti sono sempre quelli: Palmieri e Francioso (tutti e due in gol), Vincenzo Mazzeo che tirava mine imprendibili dalla destra (anche lui in gol) e Lorieri che non faceva passare neanche l’aria.

Un’altro protagonista, purtroppo negativo, fu Bachini che entrò in campo a metà del secondo tempo ma essendo squalificato non avrebbe potuto giocare.

Il Genoa vinse il ricorso ed il risultato cambio in favore dei liguri. Anche in questo, la Coppa Italia, regala sempre emozioni.

24 agosto 1996.

Iweblab