Delvecchio: “Primavera in funzione della prima squadra. Presenti su tutto il territorio”

Gennaro Delvecchio ha parlato nella conferenza stampa di presentazione come nuovo responsabile del settore giovanile del Lecce.

Queste le sue parole: “Sono orgoglioso di essere stato scelto da questa società, so che era un ruolo molto ambito. Torno a Lecce dopo diversi anni con un’altra veste. Spero che questa terra possa produrre ragazzi pronti a far bene anche in prima squadra. C’è da lavorare tanto, la società mi ha messo nelle migliori condizioni. L’obbiettivo primario sarà quello di dare visibilità alla nostra società, l’obbiettivo dei ragazzi deve essere il Lecce e non altri settori giovanili. Vogliamo poi provare anche a realizzare plusvalenze. Tra un paio di giorni si avranno tutti i nomi dello staff. È un sacrilegio far “scappare” dalla propria terra ragazzi talentuosi che indubbiamente non mancano nel territorio salentino. Dobbiamo essere presenti, da Lecce a Leuca, passando anche per Brindisi e Taranto. Il Bari? Preferisco non parlare, lì ho avuto l’opportunità di mettermi in mostra. Devo sempre ringraziare il Bari e non mi fa piacere la situazione che si è venuta a creare lì. Penso di aver sempre dato il massimo per la maglia del Lecce, di aver sempre onorato questi colori. Appena mi hanno chiamato non ci ho pensato un attimo, anche se ad oggi abbiamo un piccolo serbatoio che va ricostruito. La società mi ha da subito messo a disposizione delle persone che hanno entusiasmo e voglia di far bene. La primavera deve vivere obbligatoriamente in funzione della prima squadra. Non possono, poi, prescindere le motivazioni. Nel settore giovanile è importante la fame del ragazzi e la fame dello staff. I colloqui servono per capire la voglia degli allenatori, tutti devono avere l’entusiasmo di venire a Lecce. Maragliulo al 99% sarà l’allenatore dell’under 17, poiché è una persona serena, professionale e di grande correttezza. C’è un’apertura totale con le squadre del territorio, cercheremo di invertire la rotta. La nuova formula della primavera mi trova d’accordo, non è facile competere con settori giovanili importanti, quali quelli di Inter, Juve, Milan”.

Commenta con Facebook