Avantaggiato a PL: “Lecce? Rizzo uno di noi. A giugno un grande evento di basket in città. Vi svelo tutto…”

Paolo-Avantaggiato

A meno di un mese da “La Notte delle Stelle”, una tre giorni dedicata al grande basket che si terrà al Palazzetto delle Sport di Lecce dal 23 al 25 giugno, PianetaLecce.it ha intervistato Paolo Avantaggiato, uno degli organizzatori dell’evento nonché grande tifoso del Lecce ed ex Team Manager di due fra le più prestigiose società cestistiche nazionali come l’Armani Jeans Milano e la Pallacanestro Cantù.

Da dove nasce l’iniziativa de “La Notte delle Stelle”?

“Personalmente ho avuto la fortuna di vivere dieci anni nella pallacanestro professionistica a Milano e Cantù, avendo il privilegio di conoscere tanti campioni. Dopo che è venuto a mancare mio padre (Roberto Avantaggiato, storico dirigente della pallacanestro leccese ndr) ho lasciato il basket professionistico e ho pensato a questa iniziativa per cercare di dare visibilità alla pallacanestro, uno sport che spesso non ha il risalto che merita. È stata inoltre una iniziativa presa per raccogliere dei fondi a scopo benefico”.

Il ricavato della «3 giorni» sarà infatti devoluto a alle associazioni “PER UN SORRISO IN PIÙ” (Ospedale V. Fazzi, Lecce) e “IO POSSO” (via Lefons 14, Calimera).

Sarà una rassegna dove non mancheranno ospiti illustri…

“Ad oggi hanno dato conferma sei dodicesimi della Nazionale Italiana che vinse la medaglia d’argento alle Olimpiadi di Atene 2004. Ci saranno Recalcati, Bulleri, Marconato, Galanda ed ex campioni come Calabria e Rocca. Siamo in attesa di conferme per Gallinari e Gentile. La prima giornata del 23 giugno sarà una festa, nei restanti due giorni ci saranno tornei per iscriversi ai quali basta andare su www.lanottedellestelle.slyvi.com, il nostro sito dove è possibile inoltre vedere tutti gli ospiti che saranno presenti alla serata e trovare tutte le informazioni relative all’evento”.

Passiamo ora al calcio. Sappiamo che sei un grande tifoso del Lecce, cosa pensi del momento dei giallorossi?

“Innanzitutto voglio dire che sono un grandissimo tifoso e non seguo nessuna squadra all’infuori del Lecce. L’altro giorno ho seguito il sorteggio dei Playoff come fosse una finale di Champions…Credo che in questo momento ci sia un’atmosfera negativa, dobbiamo stare vicini alla squadra. Quest’anno possiamo giocarci tanto, ai Playoff in queste partite da dentro-fuori i giocatori percepiscono molto l’ambiente, e se l’ambiente è positivo e la gente inizia a crederci questa positività viene trasferita ai giocatori. Inoltre non dobbiamo pensare al passato, adesso abbiamo resettato, abbiamo Rizzo che è uno di noi, è un leccese, e dobbiamo essere positivi. Io andrò anche in trasferta ad Alessandria a sostenere la squadra”.

Nel basket come nel calcio al termine della regular season arriva il momento dei Playoff. Cosa pensi di questi spareggi promozione in Lega Pro? 

“La formula della Lega Pro è da rivedere. Ha dato interesse a mezzi come la Tv e Internet ma non premia i valori visti in stagione. Nel basket è diverso, chi arriva primo ha un vantaggio. La Lega Pro dovrà rivedere la formula altrimenti succede che due squadre fortissime come Alessandria e Lecce rischiano di uscire fuori subito ai quarti e compromettere tutta la stagione”.

Iweblab