Juve Stabia, un’avversaria forte ma incostante: la scheda

Juve Stabia Logo

La Juve Stabia che arriverà al Via del Mare per sfidare il Lecce è una squadra diversa da quella che per un tempo mise sotto scacco i giallorossi nella partita di andata.

Ricordiamo tutti come andò a finire in quell’occasione, con gli uomini di Padalino che approfittarono del suicidio sportivo delle vespe ribaltando il risultato dal 2-0 al 2-3. Proprio quella partita fu un importante spartiacque per la stagione dei gialloblu che con quella sconfitta videro ridimensionate le ambizioni in un campionato che era iniziato con i migliori auspici come testimoniano le 9 vittorie nelle prime 13 partite. Pressoché disastrosa è stata poi la ripresa dopo la pausa invernale, basti pensare che la Juve Stabia delle 11 partite giocate fino ad ora in questo 2017 è riuscita a vincerne soltanto due. A pagare gli scarsi risultati è stato il tecnico Fontana, rimpiazzato da Carboni che dal suo esordio sulla panchina delle vespe è ancora imbattuto con una vittoria e due pareggi in tre incontri.

Nonostante le difficoltà degli ultimi mesi, le vespe si trovano al quarto posto in classifica con 54 punti, a due sole lunghezze dalla terza piazza occupata dal Matera. Queste ultime sei partite saranno importanti per il nuovo allenatore che potrà conoscere meglio una squadra che a questo punto della stagione vorrà prepararsi al meglio per poi giocarsi le proprie carte nella lotteria dei playoff.

La squadra è costruita attorno ad un 4-3-3 decisamente offensivo, come dimostrano le 55 reti segnate che fanno della Juve Stabia la terza squadra nella graduatoria dei migliori attacchi del girone. La rosa è certamente di primissimo livello e può vantare un centrocampo completo con giocatori come Izzillo e Mastalli ed un attacco con tante frecce nell’arco, fra le quali vale la pena ricordare Lisi, Marotta, Kanoute e Ripa, quest’ultimo miglior marcatore della squadra con ben 12 reti all’attivo.

Iweblab