Pagelle Virtus Francavilla: i voti dopo la vittoria sul Lecce

Albertazzi voto 6,5: fra il primo e il secondo tempo compie un paio di interventi che risultano determinanti nell’economia del match.

Prezioso voto 7: prezioso di nome e di fatto considerando l’importante contributo che dà al centrocampo andando a lottare su ogni pallone. Trova anche il gol del momentaneo 1-0 con una rasoiata dalla lunga distanza che si infila all’angolino basso.

Idda voto 6: non sbaglia nulla in fase difensiva e blocca le scorribande di Doumbia nella zona di sua competenza.

Vetrugno voto 6: corre tanto lungo la fascia accompagnando la manovra in fase offensiva e offrendo al tempo stesso una buona copertura in fase di non possesso.

—> Turi s.v. 

Galdean voto 6,5: preciso in fase d’impostazione, prima sfiora la rete costringendo Perucchini ad un grande intervento, poi serve l’assist su calcio piazzato per il gol di Abruzzese.

Albertini voto 6: partita di sacrificio lungo l’out di destra dove fornisce una prestazione molto solida.

Nzola voto 6,5: quando parte palla al piede dà l’impressione di voler spaccare il mondo, mette in apprensione la difesa leccese con le sue sgroppate e va vicino al gol del 3-1 quando a tu per tu con Perucchini si fa stoppare dall’estremo difensore giallorosso.

Alessandro voto 5,5: pecca di nervosismo sin dai primi minuti di gioco e viene mandato anzitempo negli spogliatoi dall’arbitro sul finale di gara. Il cartellino rosso macchia una prestazione comunque di buon livello.

Faisca voto 6: comanda a dovere la difesa impedendo al Lecce di sfondare centralmente fino al momento della sostituzione forzata a causa di un problema fisico.

—> Pino voto 6: subentra all’infortunato Faisca senza farne sentire troppo la mancanza.

Abruzzese voto 7: impeccabile in fase difensiva, ha il merito di trovare il gol che regala i tre punti ai suoi.

Abate voto 6: si sacrifica molto, rientrando spesso per dare una mano in fase di non possesso. Nel complesso fornisce una prestazione sufficiente.

—> Biason s.v.

All. Calabro voto 7: il tecnico salentino schiera la solita Virtus Francavilla: compatta, difficile da scalfire e bruciante nelle ripartenze. La squadra sfrutta al meglio le occasioni, concedendo poco al Lecce, e riesce a portarsi a casa tre punti che consolidano la posizione in classifica.

Iweblab