Pochesci, il tecnico del Fondi: la scheda

Sandro Pochesci è l’artefice del gioco dell’Unicusano Fondi, una tra le squadre rivelazione di questo campionato.

Il tecnico romano classe ’63 è arrivato alla ribalta fra i professionisti proprio assieme al Fondi, dopo due esperienze fra i dilettanti sulle panchine di Cynthia e Ostia. Dal 2014, quando è arrivato sulla panchina dei rossoblu, ha raccolto un ottavo ed un quinto posto in Serie D e soprattutto, grazie alla vittoria dei playoff del girone e della Coppa Italia di categoria, nella passata stagione ha conseguito risultati che hanno permesso alla squadra di essere ripescata in Lega Pro, tornando così fra i professionisti dopo tre anni di assenza.

Nonostante il Fondi fosse una neopromossa, Pochesci è stato bravo ad inculcare ai suoi giocatori la cultura del lavoro ed una mentalità vincente che ha permesso ai rossoblu di ritagliarsi un ruolo importante in questa stagione disputando fino a questo momento un campionato di altissimo livello. Il tecnico romano ha impresso alla sua squadra l’impronta di un gioco prettamente offensivo, schierando spesso un 4-3-3 o un 4-2-3-1 e mandando a segno 8 diversi giocatori della rosa per un totale di 41 marcature siglate in 30 partite. Pochesci e i suoi ragazzi, fra l’altro, hanno dimostrato di non avere timore reverenziale nei confronti di avversari sulla carta più forti, esaltandosi soprattutto nelle sfide contro le grandi squadre. Basti pensare allo spettacolare 2-3 sul Foggia allo Zaccheria (il Fondi è l’unica squadra ad aver battuto i satanelli in casa), in quella che è stata una serata da sogno per Pochesci, un allenatore sanguigno, capace di tenere sulla corda la sua squadra, ed al tempo stesso profondo conoscitore di calcio.