Statella, centrocampista del Cosenza con il vizio del gol: la scheda

Giuseppe Statella

Un centrocampista che trova la via della rete come fosse un attaccante. Stiamo parlando di Giuseppe Statella, esterno del Cosenza e trascinatore dei calabresi con 9 marcature in questo campionato.

Classe ’88, Statella è originario della provincia di Reggio Calabria e cresce nel settore giovanile del Bari. Con i biancorossi arriva all’esordio nella stagione 2007/08, al termine della quale totalizza due presenze in Serie B. L’anno successivo viene mandato in prestito al Benevento in Serie C1 dove con 22 presenze e 3 reti si rende protagonista di una buona stagione al termine della quale va vicino alla promozione in B. Quello al Benevento è il primo di una serie di prestiti che lo vedranno girovagare per l’Italia con le maglie di Salernitana, Grossetto, Torino e Andria. Torna al Bari nel 2011 ma nella prima parte di stagione non vede mai il campo e a gennaio si trasferisce al Pavia, dove vi resta per una stagione e mezzo totalizzando 40 presenze in Serie C1. Inizia la stagione 2013/14 nuovamente aggregato al Bari prima di passare alla Pro Vercelli nella finestra di mercato di gennaio. Con la squadra piemontese otterrà la promozione nella serie cadetta e giocherà 9 partite nel seguente campionato di Serie B.

E’ il 2015 quando è proprio l’attuale d.s. del Lecce, Mauro Meluso, a puntare su di lui portandolo al Cosenza. Statella diviene sin da subito un punto fisso della squadra al tempo ancora allenata da Roselli, totalizzando 32 presenze e 3 reti. In questa stagione Statella ha compiuto il salto di qualità soprattutto dal punto di vista realizzativo, con 9 marcature in 27 apparizioni che lo proiettano nelle zone alte della classifica dei cannonieri. Un centrocampista con i numeri di un bomber si potrebbe definire Statella che sul campo riveste il ruolo di esterno destro abile negli inserimenti offensivi e bravo a garantire copertura in fase di non possesso. Un pericolo per le difese avversarie e un trascinatore per il suo Cosenza: le sue 9 reti lo rendono infatti il secondo miglior marcatore della rosa alle spalle del solo Baclet, autore di 10 marcature.

Iweblab