Tiscione, estro e velocità a servizio del Fondi: la scheda

Filippo Tiscione è l’esterno d’attacco del Fondi che con i suoi dribbling e la sua velocità è in grado di mettere in seria difficoltà le difese avversarie.

Quella dell’attaccante palermitano classe ’85 è una storia molto particolare: la stagione in corso, infatti, è per lui la prima fra i professionisti dopo una lunga gavetta sui campi di Serie D ed Eccellenza. Una carriera, la sua, legata a squadre di piazze molto importanti per la categoria come Cosenza, Trapani, Nocerina, Messina e Akragas. Proprio con l’Akragas vince il campionato di Serie D nella stagione 2014/15 ma non accompagnerà i biancoazzurri fra i professionisti trasferendosi in estate al Fondi, militante ancora in Serie D. Segna 11 gol in 28 presenze in una stagione culminata con la vittoria della Coppa Italia di categoria e dei playoff al termine della quale ottiene la promozione in Lega Pro.

L’impatto al primo anno fra i professionisti è impressionante con 4 reti segnate nelle prime 6 giornate di campionato. Un gol particolare per l’attaccante palermitano doc è stato senza dubbio quello segnato al Massimino contro il Catania in quello che è stato un derby personale molto sentito. Sono 7 le marcature messe a segno fino a questo momento da Tiscione, il quale dal punto di vista tecnico è il classico esterno d’attacco che si muove sulla fascia sinistra dalla quale rientra per cercare la finalizzazione con il destro. Le sue caratteristiche sono quelle tipiche di un’ala brevilinea (è alto 1.68) che ha nei dribbling e nella velocità le armi migliori per ubriacare i diretti avversari nell’1 vs 1. Pur partendo spesso lontano dalla porta, è un attaccante prolifico, dotato di un discreto feeling con la rete e di un buon tiro dalla distanza.