Caccavallo: “Io al Lecce? Sarei contento anche perchè…”

Giuseppe Caccavallo, attaccante esterno classe 1987, ha segnato 15 gol nel campionato appena trascorso con laPaganese in Lega Pro. Il calciatore ha rescisso dopo aver contribuito a una salvezza miracolosa: Caccavallo (che ha confermato di aver ricevuto richieste da altri club) ne ha parlato a TMW Radio.
“La Paganese ha avuto un po’ di difficoltà solo in avvio, perché era partita in ritiro in ritardo, però ha completato un’ottima squadra, era partita abbastanza bene, per questo ha raggiunto la salvezza anticipata. Ho rescisso perché ci sono varie squadre sia di primo livello di Lega Pro sia di Serie B che mi hanno contattato, quindi è stato deciso di comune accordo con la società e il mio procuratore. Stiamo valutando. Mi piacerebbe giocare in B, ma potrei valutare anche la possibilità di una Lega Pro a vincere”.

Ieri si è parlato anche della sua possibilità di passare nelle file della Salernitana in Serie B, che cosa c’è di vero?
“E’ vero, ho avuto contatti con la Salernitana, adesso bisogna solo prendere delle decisioni e valutare tutte le offerte che mi sono pervenute”.

Altre società a cui è stato accostato sono Perugia, Lecce e Cremonese.
“Sì, per quanto riguarda il Perugia, sono il primo giocatore che mister Bucchi vorrebbe lì. Vedremo la prossima settimana che cosa succederà. Riguardo al Lecce, sono cresciuto nel settore giovanile, ho giocato nella gestione Zeman e sono anche tifoso del Lecce, quindi sarei contento. Mi ha chiamato anche la Cremonese, mi ha contattato anche il Matera, ma mi sono preso tempo per fare le valutazioni del caso”.

Che cosa resta dell’esperienza zemaniana a Lecce?
“Mi resta tanto, perché il mister è uno che parla poco e insegna molto ai giovani. Avevo appena diciotto anni, adesso sono più maturo e certamente il mister a livello di attacco fa esplodere tantissimi giovani”.