Scott suona la carica: Brindisi asfalta Milano 64-50

Enel Brindisi

 

Grande prestazione per l’Enel Brindisi che regala una vittoria di gran cuore e carattere contro la capolista Milano nella 12° giornata di ritorno. La stella del sud prepara e mette in pratica una partita di alto livello, con  grande intensità difensiva e buone percentuali al tiro (45 % da 2, 47 % da 3) costringendo l’Olimpia a rimanere indietro per tutto l’arco del match.

Il primo canestro è di Cerella che apre la gara con un tiro da tre, Cournooh e Banks rispondono per i brindisini; Milano che dopo il canestro da sotto di Magro rimane ferma a 10 pt, a dispetto dei pugliesi che invece corrono e realizzano da oltre la linea con Banks e Scott prima, con Cournooh e Zerini poi. L’Enel raggiunge in pochi minuti il +10 e chiude il primo quarto 24-10 sul suono della sirena.

Mini parziale di 5-0 per i padroni di casa che aprono il secondo periodo con Harris sul tiro dalla lunga distanza (12 pt tot con 2/3 da 3). Lafayette mette a segno i suoi primi tre punti sbloccando il punteggio per gli uomini in rosso, ma l’Armani è allo stesso tempo troppo morbida in fase offensiva e difende poco il suo semicerchio: 33-17 dopo cinque minuti di gioco. Jenkins spara la tripla e ancora Lafayette accorcia le distanze dalla lunetta portando Milano sul -9, Scott velocizza i tempi chiudendo i battenti prima dell’intervallo: 38-28 sotto un grande applauso del PalaPentassuglia.

Nella ripresa, Simon e Sanders piazzano le bombe per il -6 in meno di due minuti, così ci pensa subito Banks a rimettere le cose a posto con un pesante tiro dall’arco; l’Enel molla un po’ la presa e intanto Milano ne approfitta con Macvan che realizza dalla lunetta: 47-43 quando restano due minuti da giocare.

Per l’Armani i tiri da sotto come quelli da oltre l’arco sono dei buchi nell’acqua (7/29 da 2 e 9/26 da 3), mentre per Scott la palla non mente e la guardia statunitense fa sognare tutto il palazzo con le sue preziose giocate. 52-43 alla fine del terzo quarto.

Harris ed ancora Scott sono gli autori della presa del nuovo largo vantaggio per Brindisi, che infligge il +17 ad una Milano disorientata e impacciata. Attimi di confusione per i biancoazzurri che vedono sfuggirsi importanti palloni, dall’altra parte Sanders prova a rincorrere e tenta l’impresa, ma questa gara la vince chi  ha più cuore e voglia di lottare, e l’Enel dimostra di saper fare bene anche in uno dei momenti non migliori della stagione.

Banks contro tutti si costruisce un’autostrada e realizza da sotto; ciliegina sulla torta che delizia Brindisi è il fallo antisportivo fischiato a Macvan su Scott, che però concretizza solo con il primo libero in lunetta. Ultimi secondi in cui l’Enel non allunga ancora il vantaggio, ma le espressioni dei volti dicono più di mille parole; è festa al Palazzo, con tutto il pubblico che non ha mai smesso di incitare i ragazzi, perché infondo battere l’Olimpia a Brindisi vale doppio.

Dalla sala stampa:

Coach Repesa: “Onestamente fare delle considerazioni su una partita come questa è un po’ difficile, con delle percentuali con cui è impossibile vincere. Abbiamo sbagliato tutto e mi dispiace, mi prendo tutta la responsabilità, perché per una squadra come l’Olimpia non ci sono scuse. Ora dobbiamo prepararci al meglio per i playoff”.

Coach Bucchi: “E’stata una stagione difficile e tante cose non sono andate come avremmo voluto, ma questo è lo sport; l’importante è reagire e questa è una bella vittoria per noi, perché ci ridà fiducia e ci ricarica. E’stata una gara intensa, abbiamo spinto tanto in contropiede e abbiamo tenuto Milano sotto i 50 punti. Per ora non parlerei di playoffs, piuttosto credo che abbiamo guadagnato una posizione importante per la salvezza, certo è che nelle ultime tre partite che restano da giocare daremo il massimo; faremo i conti a fine campionato”.

 

BRINDISI: Banks 10, Scott 15, Cournooh 9, Harris 12, Cardillo 0, Trotter 2, Gagic 5, Zerini 8, Anosike 3.    Rimbalzi: 33      Palle perse: 22         Assist: 11

MILANO: McLean 1, Lafayette 12, Cerella 3, Kalnietis 7, Macvan 5, Magro 2, Sanders 10, Jenkins 3, Simon 7.   Rimbalzi: 21        Palle perse: 15       Assist: 8

photo by: Enel Basket Brindisi

Iweblab