Un attimo. Ad una ventina di minuti dal fischio finale di una partita di terza categoria, la Fortis Arezzo dominava per 4-0 sui padroni di casa del Castel San Niccolò. Andrea Schmidt, calciatore del San Niccolò, si fa espellere dal Andrea Grazi, l’arbitro dell’incontro, e perde letteralmente la testa.

Il calciatore prova a protestare ma non appena l’arbitro gli dà le spalle non perde tempo e gli sferra un calcione a tradimento. L’arbitro, incredulo, riflette qualche secondo e poi decide per la sospensione dell’incontro.

Iweblab