Monteroni di Lecce ospita ancora una volta Francesco Moser, Campione del Mondo di inseguimento su pista nei Mondiali del ’76, titolo conquistato proprio sulla pista della cittadina in provincia di Lecce.

In questa occasione il trentino non ha gareggiato ma ha voluto dare la spinta a che la richiesta di finanziamento fatta dalla Provincia di Lecce e dal Comune di Monteroni al Presidente del Consiglio Matteo Renzi riuscisse a squotere gli animi, anche fino ai vertici del Coni nazionale.

Folla, media e tanti applausi per il “campione” che ritorna a Monteroni sempre con grande entusiasmo e si è detto pronto, qualora il Velodromo degli Ulivi venisse rimesso a nuovo, ad inaugurarlo.

Il Velodromo degli Ulivi è stata un’opera “biblica”, voluta fortemente dall’avvocato Mario Marini, allora sindaco di Monteroni: un polo sportivo che comprendeva oltre alla pista sulla quale si sono svolte numerose manifestazioni ciclistiche di carattere nazionale, oltre ai campionati del Mondo, anche una piscina olimpionica, vari campi da tennis e calcetto, un palazzetto dello sport nel quale si giocano oggi le gare del Basket Monteroni, squadra storica di basket della cittadina.

All’incontro voluto dall’amministrazione comunale, dal Sindaco di Monteroni, Angelina Storino, dagli assessori Tommaso Leucci e Antonio Madaro, hanno partecipato il Presidente della Provincia Antonio Gabellone e il Presidente del Coni di Lecce Antonio Pascali (GUARDA L’INTERVISTA). Tutti si sono detti fiduciosi sul buon esito della richiesta di finanziamento inoltrata e sulla possibilità di veder rinascere il Velodromo che, a ristrutturazione avvenuta, dovrebbe essere intestato a chi l’ha voluto, pensato e realizzato: il compianto avvocato Mario Marini.

Iweblab