Seconda vittoria consecutiva per l’Enel Brindisi che affronta Trento tra le mura amiche. I padroni di casa provano ad imporsi sui biancoazzurri, ma la stanchezza del doppio impegno settimanale (per via dell’Eurocup) si fa sentire; dall’altra parte i pugliesi hanno ritrovato la voglia di giocare e lottare fino all’ultimo, grazie anche al “problema eliminato”, come ha esplicitamente espresso il Presidente Marino in riferimento a Kadji, e grazie al nuovo arrivato Anosike, che invece dimostra di dare il massimo.

Dopo un brutto esordio in campo per gli uomini di coach Bucchi (3 palle perse per un 8-0 in due minuti), il capitano Zerini infila la prima tripla del match; segue poi la schiacciata di Anosike e in cinque minuti l’Enel si accende: Pascolo guida la Dolomiti Energia, Wright (23 pt, 6 rimbalzi e 3 assist tot) fa la voce grossa sotto canestro e Lockett completa l’opera. Brindisi non si lascia intimorire dal clima caldo del PalaTrento e avanza con Scott ed Harris, che esordisce in campo con 5 punti consecutivi.

La compagine brindisina accorcia le distanze e chiude un discreto primo quarto sul 20-24; secondo tempino in cui l’Enel raggiunge il +6 e lo mantiene per più minuti: Lockett schiaccia, ma non ammutolisce l’avversario Banks (22 pt, 3 rimbalzi e 3 assist tot) che manda avanti i suoi; 33-35 al suono della seconda sirena. Trento un po’ in affanno non riesce ad acchiappare Reynolds e compagni e sul 40-47 si va all’intervallo.

Alla ripresa, i trentini rimangono ancora dietro sul -8 quando Brindisi schiera la difesa a zona e costringe i veneti al tiro da fuori; Reynolds risolve da solo, ma qualche fallo di squadra di troppo agevola la Dolomiti in lunetta: 61-60 e tre minuti da giocare, gli ultimi in cui l’Enel perde un po’ di lucidità e lascia concludere ai ragazzi di coach Buscaglia sul 65-64.

Ultimo quarto che si apre con un tiro da fuori di Milosevic e le risposte di Pascolo e Sanders per un nuovo vantaggio dei trentini sono immediate. Cournooh fa muovere solo la retina con un’altra tripla ed è 69-70 dopo solo un minuto. Glaciale Harris che inserisce un pesante tiro dei suoi, ma nell’altra metà campo c’è ancora Wright che non perdona. 87-85 e due minuti al termine. Scottie piazza la bomba del sorpasso, Banks fa 2/2 dalla lunetta e l’ultima speranza per Trento è la tripla del capitano Forray, che si spegne però sul primo ferro.

Brindisi concede a Wright un’ultima schiacciata, ma il suono della quarta sirena sancisce la fine del match per 89-92, con l’Enel che si aggiudica un’importante vittoria in chiave playoff, raggiungendo quota 18 punti in classifica. Domenica 14 febbraio i brindisini ospiteranno l’Acqua Vitasnella Cantù per la 5° giornata di ritorno.

 

TRENTO: Pascolo 21, Poeta 0, Wright 23, Lockett 16, Flaccadori 4, Sanders 11, Forray 5, Lechthaler 0, Sutton 9.       Rimbalzi: 29       Palle perse: 9     Assist: 17

BRINDISI: Scott 9, Banks 22, Reynolds 18, Zerini 5, Anosike 6, Cournooh 9, Harris 12, Milosevic 3, Gagic 8. Rimbalzi: 32               Palle perse: 15       Assist: 15

Iweblab