venezia brindisi
photo by: Enel Basket Brindisi

Fermata l’Enel in questa sesta giornata di ritorno nel Taliercio veneto per 97-75. Per la squadra biancoazzurra si interrompe il momento idilliaco (dopo le vittorie con Trento, Sassari e Cantù) e torna nella parte sinistra della classifica, fuori dalla postazione playoff. Reazione d’orgoglio che non si fa attendere invece per la formazione veneziana, dopo l’esonero di coach Recalcati e due sconfitte consecutive.

Reynolds non pervenuto, fa il suo nei primi minuti del match ma non riesce a trascinare il gruppo e siede in panchina. Brindisi è avanti 7-16 nel primo quarto, grazie alle bombe messe a segno da Banks e capitan Zerini. Goss risponde per i padroni di casa e Venezia sorpassa gli avversari chiudendo i primi dieci minuti sul +2 (22-20).

L’Umana avanza nel secondo quarto approfittando degli errori di Brindisi, poco incisiva in attacco e lenta in difesa. Green e Ress versione Steph Curry infilano le triple da 9 metri e scappano sul +6 a tre minuti dal termine. L’Enel reagisce con Anosike che riceve e realizza da sotto canestro e con un inarrestabile Banks dalla lunga distanza. 39-37 e squadre negli spogliatoi.

Terzo quarto che vede la Reyer allungare sul +9 contro una Brindisi distratta; sotto tono anche Harris e Scott (7 pt e 2 palle perse nei primi minuti della ripresa). Il folletto di Memphis la mette da tre, ma l’Enel non riesce a sbloccarsi da un intimidatorio -8. I veneti volano sul 59-49 dopo otto minuti di gioco con Jackson e Tonut, il tiro dall’arco di Cournooh e il tap-in di Harris accorciano le distanze: 69-60.

I brindisini rincorrono la formazione oro-granata, ma per Ruzzier e compagni il canestro non mente. 77-64 dopo tre minuti di gioco. Brindisi non sfrutta a proprio vantaggio qualche distrazione commessa dai ragazzi di coach De Raffaele, Milosevic e Gagic sbagliano le conclusioni servitegli e l’Umana raggiunge il +15 a tre minuti dal suono della sirena.

L’Enel si arrende e corre invano, mentre una carica Venezia continua a segnare con Mike Green; il tabellone luminoso segna 97-75 al 40’, con i padroni di casa che ribaltano la differenza canestri (89-84 nell’andata al PalaPentassuglia) e si piazzano a quota 22 punti in classifica.

Per Brindisi continua la corsa ai playoff e domenica 6 marzo ospiterà la Consultinvest Pesaro; palla a due alle 18.15.

 

VENEZIA: Goss 15, Bramos 8, Tonut 9, Jackson 6, Green 28, Ruzzier 2, Owens 3, Ress 14, Ortner 9, Viggiano 3, Savovic 3.              Rimbalzi: 27         Palle perse: 5        Assist: 25

BRINDISI: Banks 29, Reynolds 0, Scott 7, Cournooh 8, Harris 6, Milosevic 1, Gagic 6, Zerini 6, Anosike 12.     Rimbalzi: 34         Palle perse: 19          Assist: 15

Iweblab