Secondo pareggio consecutivo per la capolista Milan che non passa sul campo del Lecce: i salentini conquistano un punto prezioso grazie al gol di Olivera che risponde alla magia di Ibrahimovic.

FIDUCIA A BONERA, TORNA DI MICHELE –Con Abbiati, Pirlo, Zambrotta, Boateng, Jankulovski e Oddo ancora ai box, Allegri ritrova Flamini e Nesta, che riprende il suo posto in difesa dopo aver saltato Cagliari e Udinese. Il tecnico conferma Bonera che viene dirottato a sinistra al posto di Antonini. Ambrosini torna dalla squalifica mentre Seedorf agisce da trequartista dietro a Pato e Ibrahimovic con Cassano ancora in panchina nonostante il forfait di Robinho, messo ko dall’influenza. Nella squadra salentina, De Canio deve fare ancora a meno di Giuliatto, Reginiussen e Ofere, ma recupera in extremis Olivera che supporta le due punte Jeda e Di Michele, al rientro dopo l’infortunio. A sorpresa parte dalla panchina capitan Giacomazzi.

PARTENZA A RILENTO – In un “Via del Mare” da record stagionale di spettatori, i rossoneri partono col freno a meno tirato complice anche un Lecce molto attento in fase difensiva che impedisce al Milan di pungere. Dopo un velenoso tiro di Gattuso al 20’ e una conclusione di Pato sopra la traversa, la capolista rischia di capitolare sul contropiede orchestrato da Di Michele e concluso in rete da Jeda, ma l’arbitro De Marco ravvisa un dubbio fallo dello stesso attaccante su Thiago Silva. Il Milan si sveglia nel finale di tempo con un colpo di testa a lato di Pato, pescato da una delle rare incursioni di Seedorf, e con il solito Ibrahimovic, che si incunea in area con Fabiano bravo a stoppare la conclusione dello svedese.

UROGOL DI IBRAHIMOVIC – E la ripresa si apre proprio nel segno di Ibra che colpisce a freddo durante il riscaldamento di Cassano, alle prese con gli insulti del pubblico: su un rilancio dalla difesa, lo svedese difende palla e inventa un sinistro da quaranta metri che si insacca all’incrocio dei pali e beffa Rosati. Seedorf getta alle ortiche il pallone del 2-0 raddoppio e un minuto più tardi Amelia compie un miracolo sul neo entrato Giacomazzi.

OLIVERA CASTIGA NESTA – Il Lecce ci crede e all’82’ Amelia trema ancora sul palo di D Michele che si vede deviare da Nesta la conclusione. Sul conseguente corner, il centrale rossonero si perde Olivera che buca la rete con un potente destro. Il “Diavolo” non ci sta: Cassano sforna assist per Seedorf e Ibrahimovic, ma Rosati si immola e salva il risultato. Finisce 1-1, e il Milan incappa nel secondo pareggio consecutivo. Il primato in classifica resta saldo, a +4 su Lazio e Napoli, ma per i rossoneri è tempo di guardarsi alle spalle.

Lecce-Milan 1-1
49′ Ibrahimovic (M), 82′ Olivera (L).
Lecce (4-4-2): Rosati; Tomovic, Gustavo, Fabiano, Mesbah; Vives (81′ Piatti); Munari, Olivera, Grossmuller (57′ Giacomazzi); Jeda (68′ Corvia), Di Michele. All.: De Canio.
Milan (4-3-1-2): Amelia; Abate, Nesta, Thiago Silva, Bonera; Gattuso, Ambrosini, Flamini (93′ Yepes); Seedorf; Pato (72′ Cassano), Ibrahimovic. All.: Allegri.
Arbitro: De Marco di Chiavari.
Ammoniti: Gattuso, Nesta (M), Tomovic, Mesbah (L).
Iweblab