enel basket brindisi

Buona prestazione (fisica ma soprattutto mentale) per l’Enel Brindisi, che dopo quattro sconfitte, riesce finalmente ad abbattere il muro alzatosi e conquistare una vittoria nel lunch match contro la Dinamo Sassari. I ragazzi di coach Calvani vengono fermati anche nello scontro di ritorno, collezionando così la quarta sconfitta consecutiva.

Una Brindisi diversa in campo, con Kadji fuori dagli schemi e seduto in tribuna (visto il suo trasferimento e ritorno proprio in quel di Sassari). La squadra che scende in campo è quella che si è vista nella prima parte di stagione, grintosa, affamata di vittorie e tornata alla carica con il contributo di tutto il gruppo e non dei singoli. Già nel primo quarto i brindisini rispondono alle triple di Logan (29 pt tot con 5/9 da 3) con Banks e Scott, portandosi sul 17-12 dopo cinque minuti. I biancoazzurri difendono bene e costruiscono belle azioni in attacco, Sassari mantiene alta la concentrazione e chiude i primi dieci minuti sul 22-23.

Secondo quarto che vede tutti gli occhi puntati su Harris: l’ala californiana ritrova l’energia persa in quest’ultimo mese e infila pesanti tiri dall’arco (3/4 per 18 pt tot). Nei primi tre minuti i sardi subiscono un parziale di 11-0 e, nonostante il timeout di Calvani, restano comunque sul -10 per quasi tutto il tempino.

Squadre negli spogliatoi dopo un mini recupero sul 46-40 e si rientra in campo con l’Enel che allunga nuovamente sul +10; Sassari si riavvicina timidamente con Varnado e Mitchell, ma dall’altra parte Reynolds e compagni non mollano la presa.

Sul 65-55 si dà il via all’ultimo quarto di gioco: l’Enel raggiunge il massimo vantaggio dopo cinque minuti (77-59), ma negli ultimi di gioco manca un po’ di lucidità che permette agli ospiti di effettuare una facile ripresa; 80-78 dopo la schiacciata di Varnado e un minuto al termine. Banks in lunetta fa respirare i padroni di casa, ma la risposta immediata è di Logan che realizza da oltre la linea dei 6,75. Si continua con i tiri liberi, poi Sacchetti commette fallo di sfondo su Zerini (con annesso fallo tecnico fischiato al sardo) e ancora Banks conlude dal semicerchio: 88-82 il finale.

Vittoria che solleva il morale di staff e tifosi, segno di una ripresa per agganciare i playoff. La speranza è l’ultima a morire!

 

BRINDISI: Banks 20, Scott 17, Reynolds 9, Zerini 2, Anosike 9, Cournooh 7, Harris 18, Milosevic 2, Gagic 4.      Rimbalzi: 42           Palle perse: 15          Assist: 15

SASSARI: Logan 29, Sacchetti 4, Stipcevic 12, Varnado 11, Haynes 5, Petway 2, Eyenga 9, Devecchi 0, Formenti 0, Mitchell 10.            Rimbalzi: 32        Palle perse: 11       Assist: 18

Iweblab