Aveva 60 anni quando ha deciso di diventare un pittore 2.0. Vi stiamo parlando di Tatsuo Horiuchi, oggi ha 77 anni, e la sua storia ha già fatto il giro del Mondo.

La sua forma d’arte è particolare. Ha a che fare con la pittura digitale ma non esistono tavolette grafiche o scansioni che riproducono il suo estro, piuttosto una tecnica molto, ma molto particolare: l’uso di Excel.

Il popolare foglio di calcolo elettronico di Microsoft ha sostituito programmi di disegno professionali come Photoshop perché troppo costosi. Così il neo-pensionato ha provato la strada di Excel: “I software grafici sono costosi, ma Excel è preinstallato nella maggior parte dei computer”, ha provato a giustificarsi.

Inoltre “Ha più funzioni ed è più facile da usare rispetto a Paint”. E anche su questo ha ragione visto che il popolare software di fotoritocco presente nel pacchetto Windows ha strumenti più che basilari.

Prima di arrivare ad Excel aveva già provato altre strade ma molto più tortuose, evidentemente. Come Word che però aveva limiti nell’utilizzo del foglio di lavoro.

Ecco le sue opere principali:

 

E voi? Avete delle tecniche particolari da mostrarci per le vostre opere? Scriveteci a redazione@pianetalecce.it

Condividi