Melendugno, Mazzotta: “Arrivare in serie D in pochi anni. Il Chievo come modello”

melendugno manuel mazzotta
foto tratta dal profilo Facebook di Manuel Mazzotta

La stagione del campionato di Terza Categoria prossima all’inizio vedrà il ritorno nel panorama calcistico dilettantistico del Melendugno Calcio. Ai microfoni di Pianetalecce.it ha parlato Manuel Mazzotta, il presidente della società.

La nascita del progetto – “L’idea del Melendugno Calcio è nata quest’estate grazie ad un assessore del comune che mi ha chiamato proponendomi l’iniziativa. Dopo dieci anni di assenza era necessario riportare il calcio a Melendugno, in una realtà che negli ultimi anni è cresciuta diventando una meta importante che accoglie numerosi turisti”.

La squadra – “Ho già ingaggiato Davide Petrachi, l’ex portiere del Lecce in Serie A, e Diego Bernardo, che ha giocato in Serie D. Ho anche qualche altro nome che per il momento tengo per me, ma avere in squadra questi giocatori fa capire come si tratti di un progetto serio”.

L’obiettivo – “Stiamo curando tutti i minimi dettagli, dal pullman alle divise, passando ovviamente per lo staff. E’ molto importante che la gente ci segua e sia sugli spalti ogni domenica a fare il tifo per noi. Mi piacerebbe prendere come modello il Chievo Verona, una piccola squadra partita dal basso che ora calca i palcoscenici della Serie A. L’obiettivo di quest’anno è vincere assolutamente il campionato di Terza Categoria, per quanto riguarda poi il futuro penseremo di stagione in stagione a formare una squadra vincente per arrivare in Serie D nel giro di pochi anni”.

“PL

L’appuntamento – “Il 19 ottobre alle 20.00 presenteremo la squadra, la dirigenza e lo staff tecnico al cinema di Melendugno, saremo anche in diretta streaming. Sarà una grande festa e invitiamo tutti i tifosi a parteciparvi”.