Volley – Italia U17, un trionfo europeo che parla pugliese

Si è concluso con la vittoria dell’europeo U17 maschile in Turchia, il percorso iniziato dalla nazionale italiana U17 lo scorso anno in Puglia ad Ostuni con il torneo di qualificazione.
Il gruppo, guidato da Bruno Morganti, ha conquistato la medaglia d’oro ai campionati europei di categoria svolti in Turchia dal 3 al 11 luglio. Tra i protagonisti del trionfo azzurro, alla prima edizione del campionato europeo per la categoria U17 maschile, tre atleti della Materdominivolley.it Castellana Grotte: lo schiacciatore Piervito Disabato, il centrale Ludovico Scardia e il libero Damiano Catania. Assoluti protagonisti della cavalcata azzurra verso l’oro europeo, i tre “pugliesi” proseguono il proprio momento di “oro” iniziato nel 2016 con la vittoria dello scudetto U15 e del Trofeo delle Regioni con la maglia della Puglia e proseguito nel 2017 con la vittoria dello scudetto U16.
Piervito Disabato, schiacciatore classe 2001 di Altamura (BA), ha indossato la fascia di capitano nell’europeo vinto dall’Italia in Turchia conquistando anche il titolo di miglior schiacciatore del torneo. Al termine della fase finale giocata in Turchia, Disabato ha concluso la manifestazione realizzando un totale di 123 punti occupando la quinta posizione nella speciale classifica dei migliori realizzatori.
Ludovico Scardia, centrale classe 2001 di Lecce, è stato fondamentale nei meccanismi azzurri ricoprendo il ruolo di protagonista nel pacchetto centrali della squadra guidata da Bruno Morganti. Scardia ha concluso il torneo realizzando 14 muri punto e 6 servizi vincenti.
Damiano Catania, libero classe 2001 di Catania, è ormai pugliese d’adozione dopo aver vestito nelle ultime stagioni la maglia della Materdominivolley.it Castellana Grotte con la quale ha anche partecipato al campionato di A2 nell’ultima stagione. Catania è stato eletto miglior libero dell’europeo in Turchia grazie alle sue ottime prestazioni alla guida della seconda linea azzurra.
A commentare il successo azzurro ci ha pensato il presidente del CR FIPAV Puglia Paolo Indiveri che ha voluto così sottolineare il lavoro che c’è dietro questa vittoria: “La vittoria dell’europeo è il primo, grande, trionfo della nuova governance federale, ed è frutto, certo, dell’ottimo lavoro da parte dello staff tecnico della nazionale, ma anche dell’eccellente preparazione, tecnica, tattica e fisica, svolta dalle società di appartenenza dei ragazzi perché, non dimentichiamocelo, sabato 2 luglio terminavano il trofeo delle regioni a Rovereto e lunedì 4 erano già in campo in Turchia! Ed è sicuramente motivo di orgoglio per l’intero movimento pallavolistico pugliese, avere tre atleti provenienti da una nostra società, la Materdominivolley.it Castellana Grotte, che in questi anni ha collezionato una serie di successi importantissimi a livello nazionale e ora anche a livello internazionale con questo europeo. Un grazie immenso va dunque a Vincenzo Fanizza, al suo staff tecnico e medico e al Presidente Michele Miccolis, che continuano, a pieno titolo, a tenere alto il nome della nostra amata regione: La Puglia. Non è un caso che Disabato, Catania e Scardia siano stati protagonisti della vittoria dello scorso anno al Trofeo delle Regioni della Puglia e degli ultimi scudetti di Castellana Grotte. I miei complimenti vanno alla società, a tutti i tencici che ogni giorno in palestra hanno “costruito” questi ragazzi dai primi palleggi a quelli più importanti, ma soprattutto il mio grazie va a tutti gli azzurrini protagonisti di questo successo che ha portato l’Italia sulla vetta d’Europa”.
Nel cammino azzurro in Turchia solo uno stop contro la Bielorussia nella fase a gironi conclusa poi al primo posto. Nella semifinale contro i padroni di casa della Turchia, Disabato e compagni hanno avuto la meglio con un 3-0 che ha proiettato gli azzurri all’ultimo step europeo contro il Belgio incontrato già nella fase a gironi. Un’autentica battaglia quella contro i pari età del Belgio iniziata bene con la vittoria del primo set prima di subire nel secondo e terzo parziale. La rimonta azzurra, guidata dall’altamurano Piervito Disabato, best scorer della finale con 28 punti, si è concretizzata con la vittoria del tie break con l’ultimo punto messo a terra proprio dallo schiacciatore pugliese. Poi la festa che ha coinvolto un’intera nazione stretta intorno ai suoi campioncini ormai splendide realtà della nostra pallavolo.
Il cammino azzurro in Turchia:
Fase a gironi:
Italia – Russia 3-2 (25-18, 15-25, 25-20, 25-27, 15-12)
Italia – Repubblica Ceca 3-1 (16-25, 25-17, 25-18, 25-21)
Bielorussia – Italia 3-1 (25-22 13-25 25-21 25-21)
Itala – Spagna 3 -0 (25 -18, 25 -13, 25 -20)
Italia – Belgio 3-0 (25-17 25-22 25-16)
Semifinale
Italia – Turchia 3-0 (25-18, 25-23, 25-21)
Finale
Italia – Belgio 3-2 (25-17, 21-25, 23-25, 26-24, 15-10)


Condividi