Lecce -Andria: si sono visti due aspetti della “cura Rizzo” e la curva intona il suo nome

38

Non è sempre facile affrontare al massimo della concentrazione partite che non hanno senso ai fini della classifica, bisogna motivare gli uomini ma nello stesso tempo impedire che facciano fesserie dovute alla troppa adrenalina. Il giusto mix tra “furore agonistico” e cognizione su ciò che si deve fare per poter crescere. E’ quello che ha fatto il Lecce contro l’Andria, al di là del verdetto del campo (1-1).
Rizzo ha deciso di dare minutaggio a calciatori che nell’ultimo mese avevano giocato pochissimo, calciatori che serviranno al Lecce nella lunga (si spera) rincorsa alla fase finale dei play-off, calciatori che nel girone di andata avevano fatto sfracelli e che adesso sono in difficoltà psico-fisica. Era questo l’obiettivo del nuovo allenatore giallorosso, sfruttare l’ultima partita del campionato, contro una squadra che ha giocato con il coltello tra i denti, per simulare scientemente ciò che accadrà da qui a 15 giorni, quando i giochi saranno nuovamente durissimi, da dentro o fuori.

In campo, quindi, i Caturano, i Torromino, i Mancosu ma anche Giosa oppure Ciccio Cosenza che veniva da due turni di stop, top player per intenderci, che avevano bisogno di ritrovare il clima partita proprio in una gara che è stata una guerra, un buon viatico per il futuro.
Il risultato non interessava, o meglio, interessava relativamente ed il Lecce dopo essere stato raggiunto sul solito svarione da calcio inattivo, ha tentato di rivincere la partita, senza riuscirci. Su questo aspetto il tecnico giallorosso avrà da lavorare, perchè la squadra ha evidenti deficit di struttura fisica in alcuni interpreti e soffre sulle palle inattive che spiovono nel cuore dell’area. Bene invece sia la fase difensiva che quella offensiva, abbiamo contato non meno di 15 azioni da gol pericolosissime condotte dai giallorossi e non croncretizzate per imprecisione, scelta sbagliata oppure voglia di strafare che pure abbiamo visto in alcuni.

lecce fidelis andriaI movimenti per arrivare alla conclusione in velocità ci sono, il gioco a due tocchi costringe gli uomini a muoversi preventivamente per offrire la linea di passaggio, la conseguenza è che il portatore di palla ha più soluzioni nel tentativo di verticalizzazione. La fase difensiva dicevamo è parsa più compatta, nonostante qualche interprete del centrocampo abbia giocato col freno a mano tirato perchè a rischio squalifica, soprattutto i due centrali di difesa hanno eseguito quanto provato in allenamento. A palla persa ed in campo aperto, invece di affrontare l’avversario in un’improbabile uno contro uno (che svantaggia sempre il centrale e da qui ammonizioni e conseguenti squalifiche) rinculano fino ai 20 metri, stretti e compatti per favorire il rientro dei compagni costringendo gli avversari al tiro da fuori o ad allargare sugli esterni.

Due cose due” che abbiamo notato in questa partita, perchè provate in allenamento e attuate dagli interpreti in campo.
E’ finito il campionato, non proprio come ognuno di noi sperava, ma la porta per salire di categoria non si è chiusa del tutto. Inutile prenderci in giro, sarà durissima ma fortunatamente non solo per il Lecce, lo sarà per tutti.

Ora ci sarà il tempo in questa settimana per ritrovare un po’ di condizione, mentre in quella successiva alla partita tra Gubbio e Sambenedettese si farà scarico e tattica, così come ha annunciato Rizzo in conferenza stampa.
A proposito di Rizzo, alla fine della partita andando velocemente negli spogliatoi ha perso in diretta il coro che gli ha dedicato la curva nord: non accadeva da più di un ventennio si dedicasse un coro ad un tesserato del Lecce, a dimostrazione che anche lì conoscono bene la storia di Roberto Rizzo.
Che sia di buon auspicio.

Condividi
  • D’accordo, ma nessuno ha notato che il gol subìto era in netto fuorigioco? Si può marcare meglio dai calci da fermo, è vero. Ma è difficile marcare un calciatore che in partenza è un metro oltre la linea difensiva.

    • claudiosilvestri

      l’arbitro era vicinissimo…..e subito è corso verso il centro campo…..

    • Mk

      A me è sembrato regolarissimo… ed erano in 3 in vantaggio pronti a colpire la palla, calciata tra l’altro molto bene…

    • Aucello Maria

      Nessun fuorigioco. Assolutamente. Il gol del Lecce è un omaggio del portiere andriese che, probabilmente, aveva battezzato out il tiro di Mancosu.

      • x

        ma che cazzo parli senza motivo…idio.a!

      • lucarunning

        Mmmm cosa stai farneticando? Dai rileggiti e dimmi, in sincerità, se capisci quello che hai scritto.

      • Only Lecce

        Maria tu capisci solo di Auccelli

    • Beto_92

      No il gol era regolare, cerchiamo di tenere la linea alta ma ci dimostriamo molto statici su queste situazioni, cosicché non siamo capaci nè di tenere la marcatura nè tantomeno di alzare la linea difensiva prima della battuta per metterli tutti in fuorigioco. Purtroppo questi sono strascichi che ci dovremmo portare avanti fino alla fine.

  • Davide Mandorino

    La tenuta psicofisica è fondamentale…. speriamo bene.

    • claudiosilvestri

      concordo come è fondamentale non prendere gol su calcio di punizione da polli come ieri…..

      • Davide Mandorino

        Fa parte della tenuta PSICOfisica… manchiamo di concentrazione. Quante volte ho parlato di problemi di psicocinetica?

        • lucarunning

          Insomma è tutto uno “PSYCHO”

          • Davide Mandorino

            XD

  • Davide Mandorino

    Sicuramente ahahahahahahah

  • Aucello Maria

    Padalino sapeva come cavare il sangue dalle rape …..

    • comu ete ete

      Infatti adesso è andato a zappare rape, pimmidori, scarcioppule, ecc. nel giardino di casa sua a fuoggia, come del resto gli compete meglio…

    • DeathSS

      Peccato ke il terremoto a foggia sia stato d soli 4gradi..mo iti cacatu lu cazzu!

      • Simone

        Nemmeno Steve Sylvester avrebbe sparato una simile stronzata

    • Beto_92

      E allora sarebbe stato meglio se avesse fatto il fruttaiolo, o ancora meglio “lu villanu” (il contadino) visto che da voi ce ne stanno tanti di campi…

    • Francesco Solazzo

      Infatti, ….adesso che si è impratichito, può solo andare a zappare e coltivare rape.
      Ma per favore,….. te le studi di notte ste stronzate?
      I giocatori del Lecce, più che rape sono stati troppo pazienti, perchè altri giocatori allenati nel nulla assoluto, lo avrebbero defenestrato e mandato a fare…già dopo 15 – 20 partite.

    • Adamo

      mammata puru foggianu va zappa cu padalinu ignorante

  • comu ete ete

    Le prossime 2 settimane saranno importantissime per aumentare ulteriormente la familiarità col gioco di Rizzo e far diventare automatici certi movimenti: è chiaro che più giochiamo e più assimiliamo, ieri si è visto l’impegno profuso nel voler verticalizzare a tutti i costi e nel fare certi movimenti difensivi, ma proprio per questo i ragazzi erano agitati e un po’ nervosi, visto che ancora tutto ciò non gli viene automatico e ci devono riflettere il doppio senza mai calare di attenzione. Secondo me ieri abbaimo speso più mentalmente che fisicamente, ed il fatto che al 90° ancora attaccavamo in cerca del risultato è straordinario e fa ben sperare.
    Per questi motivi probabilmente le prime 2 partite di playoff saranno le più difficili in assoluto per noi, dall’esito di quelle partite si vedrà se siamo capaci dell’impresa o se il cambio di allenatore è avvenuto troppo tardi…
    Infine forse bisognerebbe lavorare anche un pizzico sulla finalizzazione, sciupiamo troppe occasioni sia davanti alla porta, mancando il passaggio o l’appoggio in porta finale, e sia da fuori area dove non riusciamo più a tirare bordate come si deve, l’unica un po’ più decente che ho visto ieri (a parte il gol di Mancosu) è stato un tiro di Lepore che comunque era troppo centrale per impensierire “l’intimo” cilli.

    • Davide Mandorino

      La fase difensiva comporta e comporterà sempre un grosso dispendio di energie mentali xké si basa su l’organizzazione e sulla concentrazione. Non puoi mai permetterti distrazioni..

    • Virgilio

      quali movimenti???? ahahhah palla avanti e pedalare

      • comu ete ete

        sei pessimo, incommentabile, non meriti nulla da questa squadra e dai suoi tifosi

  • Solo Lecce Siempre !

    Propongo il mio pensiero su ieri. Lo spezzo in due perché forse troppo lungo per essere supportato dalla piattaforma.
    Premetto che, non so per quali motivi di connessione, x me a causa dei server di sportube, ho potuto vedere (e non sempre) il secondo tempo. Quindi mi baso su ciò che ho visto e sto leggendo in giro. La squadra sta assimilando i concetti di Rizzo (ahh….., farlo arrivare qualche settimana prima) e si vede a sprazzi un gioco più veloce, brioso ed in verticale; io non mi sono annoiato, cosa che sinceramente stava accadendo con il sig. P. Ho visto i ragazzi arcigni e soprattutto vogliosi e con le gambe che girano, segnale di una più che discreta forma fisica. Sui singoli, mi sembra di vedere un Arrigoni differente. Inoltre, l’elasticità mentale di Rizzo; a Pagani
    in 10 giocò con due attaccanti di movimento, ieri con un avversario squilibrato in attacco, è passato ad un 4-4-2 difensivo che diventa in 4-3-3 in attacco; quindi nessun inutile integralismo ma capacità di lettura dell’evolversi della gara. Diciamo che possiamo essere fiduciosi perché in 15 giorni le cose possono migliorare. Ma ci sono aspetti negativi; ancora molti errori nei passaggi, fatti a velocità maggiore, e negli schemi; in attacco si concretizza poco rispetto a quanto si costruisce e soprattutto occorre che gente come Torromino giochi per e con la squadra, senza voler essere personalmente il salvatore della patria. Caturano deve ritornare ad essere il finalizzatore della manovra e Pacilli essere più concreto. E’ vero che con il sig. P. il nostro bomber oramai giocava lontano dalla porta e per gli altri, secondo il pensiero del sig. P., non era contemplato il tiro da fuori. I vari Mancosu, Costa (sarà il nostro valore aggiunto), Pacilli, Arrigoni, Torromino, Doumbia devono tirare anche dal limite dell’area … il concetto deve essere che più situazioni ti costruisci più possibilità hai di fare gol….

    • Solo Lecce Siempre !

      ho visto che non era stata inserita la seconda parte…..
      … In difesa purtroppo subiamo sempre da calcio fermo. Normale, se ti alleni 9 mesi per marcare (??) a zona , non puoi essere perfetto in due settimane, passando al marcamento a uomo. Sul gol c’erano 3 giocatori baresi male contenuti ed uno poi ha segnato indisturbato (credo l’abbia perso Caturano). Qui dobbiamo serrare i ranghi. Su Rizzo ho questa grossa perplessità: il ruolo di Lepore, basso a dx. Io vedo molto meglio sia Ciancio che Vitofrancesco; a proposito oggi Ciancio di nuovo a sx, è ritornato ad essere mediocre; diciamo che abbiamo Vitofrancesco che ha dimostrato di essere e fare meglio. Adesso tutti uniti, su questi P.O., con grinta, determinazione e soprattutto FAME !!!
      Anche noi tifosi dobbiamo fare la nostra parte. Dobbiamo pensare che al centro di tutto c’è la maglia e poi i giocatori (adesso è il momento di “coccolarli”); quindi basta, per favore, cori “autocelebrativi” o “di imposizioni” varie, ma solo tanto tanto, tanto INCORAGGIAMENTO POSITIVO !!!!

      • Virgilio

        ah perchè Rizzo marca ad uomo?? siete ridicoli e patetici ahahahahahahaha che peccato che siete

  • Beto_92

    Ma sbaglio o per la prima volta ho visto i tagli sul secondo palo da parte dell’esterno (o della punta), che per tutta la stagione non abbiamo mai fatto con tutto che abbiamo sia gli interpreti che il modulo giusto per farli? No lo chiedo perché non vorrei che sia stato un miraggio…

    • Davide Mandorino

      È stato fatto a Castellammare

      • Beto_92

        Quindi ad ottobre…e nel frattempo?

        • Davide Mandorino

          Il nulla cosmico… ahahahahah

          • Beto_92

            E menumale ca sta retimu Davide…io rimango sempre più rammaricato del tempo buttato finora con Padalino.

            • Davide Mandorino

              Ormai quel che è fatto è fatto. Se guardi indietro puoi solo incazzarti, ergo, non ne vale la pena. Pensiamo a come possiamo riscattarci ai playoff.

  • AQUILANO

    Complimenti a PL che permette certe affermazioni:
    <> Bravi… Voi e lo sport siete due mondi a se…

    • Beto_92

      Ti dó ragione sulla critica ma guardate che siete voi foggiani a sfottere su un nostro sito e sinceramente nessuno stava più prendendo in considerazione la vostra città, nemmeno commentando il nostro ex allenatore.

  • Francesco Picciolo

    Grande Mister Rizzo non e` per niente facile sistemare la squadra dopo mesi di ciucciaggine padaliniana ma stai lavorando molto bene
    grazie a te siamo di nuovo competitivi
    Forza Lecce e grazie Mister Rizzo

    • Virgilio

      senza vergogna sti commenti…ridicoli