Perché quella di Roberto Rizzo sarebbe la scelta migliore

43
roberto rizzo lecce

Roberto Rizzo, oltre ad essere una prima scelta sia a livello di preparazione che a livello umano (tifoso della maglia), rappresenta il logico avvicendamento in panchina dal punto di vista tattico, avendo egli come sistema di gioco di riferimento proprio il 4-3-3.

L’esonero di Padalino andrebbe visto nell’ottica non di una punizione dal punto di vista tattico ma, probabilmente, nell’ottica della mancanza di stimoli; altrettanto, lo spogliatoio che prima si era schierato al suo fianco, forse gli ha voltato le spalle.

La scelta di Rizzo va vista proprio nell’ottica tattica, cioè il non disperdere quanto di buono il gruppo aveva imparato proprio nel modo di stare in campo con il 4-3-3 e semmai migliorare questo aspetto.

Il tecnico di San Cesario, lo scorso anno subentrò, chiamato a salvare il Lanciano, insieme al suo amico Maraiulo, in serie B, facendo una rimonta pazzesca che non culminò nella salvezza perché la formazione abruzzese nonostante macinasse punti e vittorie veniva quasi ogni settimana penalizzata in classifica dalla Corte Federale (8 punti, poi ridotti), nonostante a livello societario la Virtus Lanciano fosse ormai allo sbando conclamato.

Ora Rizzo, storico secondo di Gigi De Canio, può avere la possibilità di continuare a lasciare il segno nella squadra della sua città, dopo i fasti vissuti proprio con il tecnico di Matera alla guida della formazione giallorossa e quelli al timone della formazione primavera dei miracoli.

Sarà un compito arduo quello a cui Roberto si sottoporrà, avrebbe a disposizione pochissimo tempo per portare a termine  un programma ambizioso (vincere il play-off) e continuare ad allenare il Lecce.

Proprio il Lecce potrebbe ridare al bravo tecnico salentino, quanto gli è stato tolto dal calcio negli ultimi anni.

Condividi
  • Loritano

    scelta giusta

  • Lupo Giallorosso

    Condivido appieno l’articolo, Roberto Rizzo è un allenatore preparato e serio.. è arrivato il momento di unirci in vista dei play off e raggiungere insieme l’obiettivo, COMPATTI!

    Padalino ha distrutto e spaccato una piazza, il danno era irrecuperabile.. così non si andava da nessuna parte.

    • Luca Presicce

      Purtroppo, non è che ci voglia molto a spaccare questa piazza…!
      Basta una cazzatina, che ai “signorini” non sta bene e ti piantano una grana per secoli…
      Spocchiosi ed autocelebrativi, resettano la loro memoria ad ogni botta di vento!
      Quanto son lontani gli anni del Commando Ultra’ Curva Nord…

      • DeathSS

        Col mitico duce

  • Francesco

    Anche io condivido in pieno il tutto…qualcuno ieri sera obiettava proprio su questi punti espressi nell’articolo e che io, invece, difendevo

  • Riccardo De Pascalis

    Questa volta come raramente accade sono in completo disaccordo.
    Roberto Rizzo non ha esperienza come allenatore di una squadra che deve per forza vincere, con le sue pressioni. Anche quando fece l’esperienza in serie A (di cui ricordo solo figuracce) non aveva niente da perdere era una squadra praticamente già retrocessa.
    Anche sotto il profilo caratteriale non sono per niente convinto che possa avere il carisma per gestire uno spogliatoio sotto pressione, con calciatori contestati e che hanno manifestato un impegno imbarazzante.
    Personalmente credo che la società avrebbe dovuto fare un altro sforzo… quello che non ha fatto a gennaio quando con la campagna trasferimento ha rinforzato le concorrenti del Lecce.
    Un allenatore famoso con carisma avrebbe certamente avuto sullo spogliatoio un impatto diverso.
    Rizzo mi sembra l’ennesimo errore di questa società inesperta e poco ( a dispetto di quellio che dicono) programmatica (basi pensare all’impresentabile Agostinone per il quale si è giunti a pagare soldi al Piacenza che ancora ride… (un direttore sportivo con le palle va da suo allenatore e gli dice …agostinone non esiste proprio e punto).
    La storia di questa società è quella che sbagliando a destra a manca, con piccoli importi alla volta sia finita per spendere molto quando spendendo molto con oculatezza probabilmente avrebbe portato a Lecce e non a Foggia i vari Deli e Di Piazza capaci (loro si) di dare maggiore qualità ad una rosa già fortissima.
    Rizzo è un ripiego a quattro soldi che comporterà solo risvolti negativi negando chance reali di vincere ai play off, mettendo (credo che questa volta sarà così) per la prima volta la società al cospetto dei propri errori anche verso quei tifosi che, proprio in virtù del credito di cui godevano , si sono sbilanciati facendo gli abbonamenti (al di la dei prezzi bassi..prima non li facevano nemmeno con quelli).
    Il credito è finito e la società sembra volerselo giocare male….

  • Requenzino.

    Più volte nel corso di questi ultimi anni ho avuto l’impressione che voi di PL di calcio non capivate molto, ma che foste dei semplici tifosi con velleità giornalistiche, adesso ne ho la matematica certezza.
    Al bravo tecnico ( come dite voi) nessuno ha tolto nulla, se avesse meritato di allenare avrebbe allenato, se fosse in grado di condurre una squadra a livello professionistico lo avrebbe fatto, se ciò non è accaduto è solo perché le capacità sono queste, non c’è nessuno che sin’ora lo ha boicottato. Che poi sia un ragazzo perbene, simpatico, a alla mano non significa che sia quello che serve al Lecce.
    Se proprio è inevitabile cambiare, al Lecce serve un allenatore al top, un Delio Rossi o un De Canio, non un simpatico ragazzo della provincia leccese.

    • Beto_92

      Te lo dico io chi ha tolto i meriti a una persona come Rizzo…

    • Requenzino, non devi per forza parlare di cose che non conosci. Esprimi il tuo parere che è sempre ben accetto, senza trascendere in commenti offensivi che poi lasciano il tempo che trovano. Sbagli a dire che non capiamo di calcio, sbagli a dire che Rizzo non è stato boicottato nella sua carriera, sbagli a volere l’allenatore top e sai perchè? Perchè l’allenatore top non viene a Lecce a 15 gg dai play-off, in realtà non viene a Lecce neanche ad inizio campionato, in un campionato di lega pro, perchè qui avrebbe l’obbligo di vincere e se non riuscisse si brucerebbe. Nel corso del tempo ne sono stati contattati molti, nessuno ha mai accettato e non per questioni economiche.

      • Requenzino.

        Se li paghi bene gli allenatori affermati vengono anche per queste 4/8 partite.
        E tornando al buon Robertino, non credo ad un potentissimo innominato che non ha altro da fare nella sua vita che impedire ad un talento naturale di esprimersi chiudendogli tutte le porte del calcio.
        P.S. Non volevo offendere nessuno dicendo che siete semplici tifosi, altrimenti offenderei anche me stesso.

      • Beto_92

        Vorrei sapere chi della redazione ha scritto questa risposta perché vorrei stringergli la mano!

    • Achille Pesce

      Da anni che giriamo intorno al problema è che improvvisiamo.
      Oramai vale il detto anno nuovo allenatore nuovo.
      Se continuiamo così faremo concorrenza a Zamparini
      Quando riusciremo a prendere un allenatore al top ?

  • Doncarlo

    Sarebbe un sogno andare in B con Robertino e fare la serie B con lui……hiiiiiiii Signore, mai na gioia!

  • Albert Einstein

    Piu’ che la scelta migliore mi sembra una scelta obbligata, dove vai a pescare oggi un tecnico (magari di serie b) che accetti di guidare una squadra allo sbando e con evidenti lacune tecniche?
    Solo una scelta si cuore può convincere qualcuno a mettersi a repentaglio di un fallimento annunciato….

  • Mk

    AAA cercasi allenatore del Lecce, no particolari pretese, meglio se già con un secondo, no perditempo…

  • claudiosilvestri

    mah..è evidente che la società sta improvvisando…..l’esonero andava fatto dopo francavilla o foggia….e comunque sono evidenti oggi, ancora di più i limiti di questa squadra costruita male da meluso e col beneplacito di sticchi e soci…..si è criticato tanto i tesoro o lerda…ma mi sembra che questi, purtroppo sono ad un livello più basso…..e per i play-off rizzo è un azzardo….economico probabilmente ma sempre azzardo….

    • Giacinto

      Tu dici che Padalino andava esonerato prima (lo dico anche io). Poi parli di evidenti limiti della squadra, costruita male da Meluso.
      Ma 72 punti (che negli anni passati valevano la promozione diretta) per merito di chi li abbiamo fatti?

      • claudiosilvestri

        merito di un girone scarso…appena hai giocato con matera o foggia hai visto i risultati…..e padova, parma, pordenone, livorno, etc etc ti aspettano…..

        • Giacinto

          E come mai con un girone così scarso il Matera, che tu porti ad esempio, non è arrivato prima del Lecce?.
          E Padova, Parma, Pordenone e Livorno, avevano un girone così proibitivo?

          • Beto_92

            Vabbè aspetta, anche io se non ricevessi lo stipendio da dicembre giocherei con le palle in mano come è successo a Matera

            • Giacinto

              Il nostro girone è scarso, per carità, l’ho sempre detto pure io ma nn fatemi credere cosi scarso che uno scarso Lecce riesce a fare 72 punti?
              Non so se sono riuscito a farmi capire?
              Per me nn siamo così scarsi come molti sostengono.

              • Beto_92

                Siamo scarsi sotto il punto di vista tattico e agonistico, per quanto riguarda la tecnica ci sono poche squadre in tutti e 3 i gironi che sono a nostro livello, e per poche intendo 5 6 massimo

                • Giacinto

                  È quello che penso anche io e da tempo. La speranza era sempre che Padalino si svegliasse e cambiasse…niente, nn c’è stato nulla da fare. Ma noi tecnicamente siamo almeno alla pari con molte delle.pretendenti alla B.

    • Peppe Nino

      Se mi permetti più che allontanarlo prima Padalino non andava proprio ingaggiato. Bisognava insistere con Braglia il quale partendo da una situazione difficile era quasi riuscito nell’impresa. Premesso questo è ovvio che Padalino andava messo da parte molto, ma molto tempo prima.

      • Giacinto

        Tu ha d’essere parente de Braglia, se no non se spiega comu lu difendi sempre.

        • Peppe Nino

          Nessuna parentela e nessuna difesa. Qui si parla di serie C e ho sempre sostenuto che in caso di B Braglia non sarebbe andato più bene. Un allenatore come De Zerbi in serie C lo trovi ogni 50 allenatori, poi ci sono 2-3 al massimo 4 allenatori da serie C in stile Auteri se non intendi Braglia, e poi c’è tutto il resto che è mediocrità in stile appunto Padalino, uno dei tanti.

          • Giacinto

            Ognuno ha il suo punto di visto e io non mi metto a sindacare il tuo pensiero. Rimango del mio, perchè mi basta vedere lo scempio che ha creato l’anno scorso, dentro e fuori dal campo per non considerarlo un valido allenatore.
            Su Auteri sono d’accordo con te.
            Su De Zerbi, ho qualche dubbio perchè lo reputo capace di giocare in un solo modo, e nel calcio non va bene.

          • Jack

            Peppe ma che stai dicendo? Abito a 20 km da Alessandria, ho l’abbonamento ai Grigi, perchè purtroppo la squadra che amo più di tutto è a più di 800 km da me, e ti giuro che Braglia è proprio uno scemo. Con 12 punti di vantaggio siamo arrivati a -1 dalla prima, pensa se fosse successo a Lecce. E tu mi vieni a parlare che sarebbe stato meglio di Padalino? Dai, non dire cavolate.

      • DeathSS

        Braglia é stato esonerato pure ad alessandria..e se n’è andato da lecce mmalangandu alla grande!

  • Peppe Nino

    Rizzo è la scelta migliore possibile in questo momento. Non mi fido più di nessuno che non sia anche lui un salentino come me, come noi. No al materano De Canio, no al livornese Lucarelli, ecc. perchè affidare la panchina del Lecce al foggiano Padalino è stata la fortuna del Foggia. Sì invece ai leccesi Moriero, Rizzo, Nobile, Ciullo, Luperto, Morello, ecc. Ecco perchè Rizzo in questo momento è la scelta migliore (il 433 non c’entra niente). È un tifoso amareggiato come noi, conoscitore della piazza e della squadra, con l’esperienza quanto basta per avere almeno la speranza di poterceli giocare questi PO cosa poi che gioverebbe, a quanto pare, pure a lui. Rizzo, nel caso dovessimo mancare la B, ti darebbe poi la possibilità di ingaggiare un tecnico più di spessore nel mese di luglio che in questo momento non si può ingaggiare. Dipendesse da me punterei, anche a luglio, su un leccese. Ripeto. Non mi fido più di nessuno che non sia egli stesso un tifoso del Lecce.

    • trevisan

      Scegliamo Moriero? Nelle scelte professionali si prendono persone capaci.

    • 1908lecce

      post di un provincialismo senza pari. Non bastano fede, cuore e salentinità (altrimenti Moriero lo avrei fatto firmare a vita) ma occorrono anche le capacità. Senza contare che che tanta gente venuta da fuori (vedasi Lucarelli) ha imparato ad amare e rispettare questa terra molto di più di tanti “autoctoni”.

      • DeathSS

        Anke se poi preferì il torino..

  • LecceNelCuore

    Io sono convinto che con un allenatore di esperienza anche medio a Dicembre-Gennaio al posto di P. il Lecce sarebbe andato in serie B direttamente.Stiamo parlando di lega pro e non di serie A, a parte il Foggia non ci sarebbero stati ostacoli insormontabili.La squadra avrebbe potuto rigenerarsi e rendere almeno il doppio, francamente non vedo squadre da fenomeno in questa lega.Aver perseverato ha di fatto condannato il Lecce ai play off ed è stato un peccato che stiamo pagando amaramente.

  • trevisan

    Le capacità le valuteremo, sono passati troppi anni da quando spadroneggiava nel campionato primavera. Ma una cosa è certa i giocatori che non ci credono non si potranno mascherare più dietro l’incapacità di Padalino. E credo che la formazione titolare del Lecce abbia le maggiori chances di salire (insieme a quella del Parma e dell’Alessandria).

  • fernando

    cambiare per cambiare tanto valeva gettare le basi per un progetto a medio lungo termine tentando di vincere i play off, non mi sarebbe dispiaciuto uno alla de zerbi che con gli uomini di attacco che abbiamo, mortificati tatticamente da padaliciuccio, avrebbe fatto volare questa squadra

  • Lucas E Maura Jezek

    Ricordate che se molla Tundo amu spicciatu cu polemizzamu su tuttu..Un minimo di rispetto a chi ci sta provando..Altrimenti cacciati li sordi istu ca ni tiniti muti

    • Rommy 66

      Parole sante

    • lucarunning

      Seee io lo dico dall’inizio… ma tanto non si vuole capire sta cosa…

  • Francesco Solazzo

    Io credo che con Rizzo andremo in B……di sicuro.
    Perchè i giocatori non dovranno cambiare schemi di gioco, visto che NON NE AVEVANO.
    E Rizzo dovrà e saprà caricarli e motivarli.
    E la qualità dei singoli (svilita da Padalino) potrebbe bastare.
    Dico che vedremo un altro Lecce.
    Ed il fatto di avere allenato i giovani con un DS come Pantaleo Corvino, E’ UNA GARANZIA.
    AUGURI MISTER !

  • pippone

    BUONA FORTUNA ROBERTO SEI UNA BELLA PERSONA mi raccomando si forte con i giocatore fai come dice CONTE CA A NU BUTTARE LU SANGU e non credo che sia stata colpa di Padalino

  • Rommy 66

    Ancora nn riesco a capire perché molti contestano chi sta, con grandi sacrifici, mantenendo vivo il calcio a Lecce. Nn dimentichiamo che se dovesse abbandonare l’attuale proprietà dietro è buio pesto.

    • PIPPI

      non bisogna capire tanto mi dispiace molto che un centinaio di giovani senza regole a prevalso sulla onestà e sacrifici della società