Il Lecce surclassa il Taranto, una vittoria solo per il morale

Un successo inutile del Lecce, nel derby contro il Taranto, alla luce dell’ennesima vittoria del Foggia nella trasferta di Caserta.

Mancano adesso appena quattro partite alla fine della stagione regolamentare ed i punti di distacco dai satanelli restano sei, oggettivamente impossibili da recuperare alla luce delle prestazioni della capolista.

Padalino continua con il tourn over ed il Lecce continua a vincere, con buona dimostrazione di forza: rientra Ciancio sulla destra mentre Lepore si avvicenda con Pacilli e Torromino con Doumbia; Caturano riprende il suo posto al centro dell’attacco. Anche a centrocampo cambia qualcosa, infatti si rivede Arrigoni al posto di Fiordilino.

Il divario tra le due formazioni è enorme, il Lecce sembra fare una partita di allenamento, anche troppo in realtà perche nel secondo tempo Perucchini deve compiere una parata spettacolare dopo un rimpallo, mentre il Taranto, in piena bagarre per non retrocedere, non ha mai trovato il bandolo della matassa, letteralmente surclassato dai salentini.

Non sono mancati i cori di invito ad “andare via da Lecce” da parte della Curva Nord, indirizzati all’allenatore ex Foggia il quale ha vissuto la partita sempre seduto in panchina ed era il suo secondo, Di Corcia, a dare le istruzioni necessarie ai calciatori.

Alla luce delle ultime prestazioni parrebbe che il gruppo giallorosso si sia ricompattato attorno al suo allenatore, la riprova però la avremo nella prossima trasferta di Matera, gara ostica, nella quale si vedrà il comportamento dei giallorossi, soprattutto in ottica play-off.

Condividi