Il Lecce vince ma non serve più: bisogna riprogrammare tutto, in fretta!

28

Il Lecce, dopo il pareggio a Cosenza che aveva visto il Foggia portarsi a sei punti di distanza, torna a vincere in casa contro la Juve Stabia, squadra forte e ben messa in campo che però manca di cattiveria agonistica in questa fase della stagione, già concentrata ed in preparazione dei play-off.

Pasquale Padalino opera una mezza rivoluzione, tenendo conto soprattutto delle tre gare in sette giorni e propone una formazione diversa rispetto a quella che aveva pareggiato in Calabria: Drudi sulla fascia destra con Cosenza e Giosa centrali, Tsonev sin dall’inizio a centrocampo al posto di Maimone, Doumbia nuovamente sull’out di sinistra al posto di Torromino, Marconi punta centrale per Caturano e Pacilli a destra al posto di Lepore.

La partita al cospetto di pochi tifosi è stata gradevole, soprattutto per i gol e le occasioni create da ambo le parti, alla fine il Lecce ha portato a casa i tre punti, inutili ai fini della classifica in quanto il Foggia nel pomeriggio aveva vinto a Catanzaro. Mancano appena cinque giornate alla fine del torneo regolamentare e sperare in un suicidio dei satanelli è pura utopia.

Da domenica prossima contro il Taranto il Lecce deve cominciare a metabolizzare il secondo posto e iniziare a fare come le altre squadre che disputeranno il minicampionato finale, concentrarsi sui play-off.

E’ una questione di sopravvivenza, ci si deve turare il naso e tappare le orecchie (la contestazione contro Padalino,  stavolta veemente anche nei confronti della squadra, è continuata) prendendo coscienza che il primo posto non è più raggiungibile, solo la matematica non condanna il Lecce, ma la possibilità di giocarsi a testa alta i play-off non deve essere accantonata.

Per fare questo si deve anche migliorare la tenuta atletica della squadra, finora probabilmente finalizzata al massimo rendimento nella stagione regolare, ora va riprogrammata, perché il tempo c’è, per la “coda”, importantissima, quasi “vitale”.

La competizione finale sarà al cardiopalma ed una squadra timorosa o in non perfette condizioni fisiche verrà schiacciata senza misericordia dalle avversarie. Resettare tutto e prepararsi al meglio, questa dev’essere la parola d’ordine da qui alla fine per sperare, se non altro, di riconquistare autostima ma soprattutto la stima e rinnovata fiducia da parte di tutti quei tifosi che ci hanno creduto ad agosto scorso e che sotto, sotto ci credono ancora.

Condividi
  • Lupo Giallorosso

    Ai play off bisogna dare tutto, ce la possiamo fare.. se non sarà così sarà legittima ogni contestazione.

    • Un callo per Catullo

      ormai quella l’hai fatta.Piu di cosi.
      se hai play non ce la si fa, vaffan…a tutti e mare per tutti. poi ci si pensa a fine agosto

  • Alan

    Le dichiarazioni della dirigenza sono di facciata. Al primo posto non ci crede nè Liguori nè Meluso e la partita di Cosenza ne è stata la dimostrazione.
    Davanti al pubblico di casa, visto il clima, non possono permettersi cali di tensione, e le vittorie ottenute dopo la disfatta di Foggia, non significano che si sia stata una reazione.
    Il Lecce ha il dovere di ottenere il massimo da ogni partita e mi fa ridere chi pensa che se dovessero arrivare vittorie da qui alla fine, sprecheremmo energie per i play off.
    Se cosi fosse invece sarebbe un vantaggio per tutti: per la squadra che arriverebbe ai p.o. con maggiore consapevolezza dei suoi mezzi e per l’ambiente che avrebbe meno ragioni per contestare.
    Piuttosto sarebbe il caso, società in primis, di assumere la consapevolezza che il nostro destino saranno gli spareggi promozione e mai come ora serve abbassare i toni della contestazione, (tanto Padalino è confermatissimo e ai giocatori a lungo andare nuoce) ricompattarsi e cercare di andare comunque in serie b. Perchè è difficile ma non impossibile. E poi si sa, non vince sempre la più forte.

    • trevisan

      Quindi se non vince la più forte abbiamo buone speranze.

  • Giuseppe Rizzo

    Perche’ non dire che il Foggia e’ superiore a noi?A me salentino , i cori vergognosi verso allenatore , giocatori e societa’ hanno fatto male. Gli ultra’ scrivono che subbisseranno la societa’ di multe perche’ non manda via Padalino! E’ una vergogna che questi che si considerano i saputi di tutte le verita’ calcistiche trattino cosi’ una societa’ formata da leccesi. Prima c’erano i bavosi baresi ora trattano da disonesti anche i titolari leccesi della societa’. Veramente schifo.

  • LecceNelCuore

    Il lecce era pronto in stazione ed in anticipo per prendere il treno, l’ha visto passare ma l’ha perso.Questa è la linfa della contestazione dei tifosi e finché resterà in circolo non cesserà.

  • Marco Mega

    Cutolo ci ha segnato come segnano i giocatori amatoriali quando giocano a calcetto
    Abbiamo preso goal di testa ancora una volta gli avversari erano molto pericolosi sui calci piazzati
    Abbiamo una difesa debole o il modulo non funziona se prendiamo sempre tanti goals
    Servono incontristi a centrocampo che lottano e corrono 95 minuti a partita
    Mister ma un 442 con Caturano e Marconi e un incontrista a centrocampo no????
    La societa dovrebbe intervenire qui si fanno troppi errori

    • CorePreciatu 19

      Troppo difficile per lui il 4-4-2 per lui oppure caturano e Torronimo….sorte noscia

    • claudiosilvestri

      concordo difesa deboluccia….ma a gennaio rinforzata da agostinone e quindi valanghe di critiche per il diesse tesoro jr….ah non era tesoro jr??” allora va’ bene niente critiche….tutto ok…il lecce ai leccesi e va tutto bene…..

    • comu ete ete

      Ma con quale binocolo gli hai visti gli incontristi a Lecce? E poi non abbiamo abbastanza uomini nè in difesa e nè in attacco per un cambio modulo, e queste cose sono state dette e ridette e riridette e ririridette e ri-ecc.

    • Maury

      In realtà abbiamo i migliori difensori centrali della Lega Pro, non è un problema di qualità tecniche ma di modulo e marcature a mio avviso errate. Purtroppo Padalino non ha mai posto rimedio a questo deficit palesato fin dall’inizio del campionato e a cui bisognava provvedere perché una squadra che punta a vincere un campionato non può subire tanti gol

  • lu mecueci

    Marco, la partita al cospetto di pochi tifosi?
    Ma eravamo sempre 10 mila persone e in serie c non mi sembra proprio roba di poco conto…

    • Max68

      Ti sembravano 10.000 persone ieri sera? Non guardare la quota abbonati, in realtà eravamo molti di meno, parecchi abbonati sono rimasti a casa.

      • Adamo

        cu se vitane Napoli Juve

  • Maurizio Natella

    Non sono leccese ma ho visto la partita….la Juve Stabia meritava il pareggio….ma il calcio è così….vince chi segna e la Juve Stabia oltre ai gols ha colpito solo un palo e una traversa….

    • Beto_92

      Beh oddio non esageriamo…abbiamo concluso in porta molto più di loro quindi proprio la vittoria non è contestabile

      • Un callo per Catullo

        invece si. Concludi tanto significa che sei sprecone, sopratutto se il 50% di quelle conclusione diciamolo, erano caramelle da fuori.
        Invece chi fa 3 azioni 2 le segna e uno prende un palo, per me significa essere molto molto piu incisivo.

        • Maury

          Fosse per te, leggendo tutti i tuoi commenti, il Lecce dovrebbe essere ultimo con appena 6 punti

          • Un callo per Catullo

            Non credo che lei abbia realmente letto i miei commenti, ma abbia frettolosamente commentato così, con la solita faciloneria comune in rete. Diversamente leggendoli, avrebbe capito che rimarcare i meriti di una squadra avversaria non è solo realismo, ma è rimarcare anche i meriti nostri che quella squadra l’abbiamo battuta.
            Questa è una uscita priva di logica, raffazzonata e priva di senso. Se vuole portarla avanti a suo gusto, ma almeno li legga realmente i commenti precedenti. Goffo tentativo di “infamare” . 🙂

    • Mk

      sangu ma tutti quai eniti cu rumpiti li pampasciuni?

    • Leccesololecce

      Be vuol dire che porti fortuna! Continua a seguirci ok? Magari abbiamo trovato il porta fortuna?

    • Pask

      traversa?!? quando?

    • Un callo per Catullo

      Diciamo che se avessero pareggiato non avrebbero rubato nulla in effetti. Ma la traversa, non c’era, era deviazione di Perrucchini se ti riferisci alla palla sotto la traversa deviata dal portiere.

  • A.Marangio, SAN PIETRO V.

    Ogni anno programmiamo e ogni anno c’è la NOVITA’ dell’anno, quando si inizia con 5 sconfitte consecutive ma con allenatore LECCESE, quando si inizia con 9 risultati utili consecutivi con allenatore FOGGIANO, quando si sbaglia PORTIERE, quando al mercato di riparazione di gennaio arriva AGOSTINONE e a FOGGIA invece DI PIAZZA, DELI E FABER , quando puntualmente da 5 anni si perdono tutti gli scontri diretti in CASA e FUORI, quando da 5 anni perdiamo punti dalle squadrette di periferia, su 5 anni CA NI SUCAMU LU STESSO BRODU.

  • giorgio

    Buonasera a tutti, non faccio l’allenatore di professione come tutti quanti voi, perciò mi scuso in anticipo se le mie idee potrebbero non essere come le vostre. Tutta via mi sembra esagerato e stupido contestare il lavoro di un’allenatore al termine di una stagione condotta al primo ed ora al secondo posto. Ignorare i meriti del Foggia e altrettanto sconcertante. Chi scende in campo per giocare in definitiva è il giocatore e qualcuno spesso dimentica che sono strapagati. Alla fine della partita non voglio vedere il sangue ma un po di sudore si! Ma vi siete mai chiesti perche chi gioca contro di noi e come se facesse la partita della vita? Mentre i nostri giocatori sembrano tutti campioni con la puzza sotto il naso? Forse è ora di onorare questa maglia. Cari giocatori ONORATE QUESTA TERRA correndo e dando tutto ad ogni partita, perché solo chi vince viene ricordato.

  • francesco simone

    Se Padalino vuole continuare con il 4-3-3 ha bisogno di inventarsi un terzino sinistro(Contessa,Ciancio…Agostinone inadatti) si guardi il secondo tempo di Lecce-Perugia e veda chi Lerda fece retrocedere a terzino(destro) ed i risultati.A.Di Chiara da attaccante tutto fumo divento un terzino sinistro da nazionale,Re da ala sinistra nella Samp gioco da terzino e bene proprio a Lecce.Tentare…con il suo 4-3-3 lungo settanta metri dove mai arriveremo.

  • Giallorosso69

    Vista la situazione attuale è comprensibile tutto…. anche una contestazione…. ma credo che i giochi non siano ancora fatti e sicuramente così facendo non si aiuta la squadra. Da una parte è un vantaggio disputare i PO a Firenze (ovviamente dopo aver superato il turno di andata e ritorno) perché al nord ci sono migliaia di tifosi giallorossi (come me) che da 4 anni (il primo di lega pro si giocava nel girone settentrionale) sono costretti a vedere davanti uno schermo i propri beniamini e non vedono l’ora di tornare a sostenere i propri colori, ma soprattutto anche perché il via del mare, ora come ora, è diventato un ambiente ostile e se già sono scarse le possibilità di andare su attraverso i PO, nel Salento sarebbero nulle. Forza Lecce sempre

  • lu coreleccese

    I play off ce li giocheremo come abbiamo sempre fatto in questi ultimi
    anni a questa parte,ormai abbiamo fatto l’abitudine,.anzi quest’anno sono ancora
    peggio,conoscendo le nuove regole.Gli allenamenti che si faranno in
    settimana a partire già da adesso,secondo me,devono essere solo incentrati sulla
    preparazione in vista per i play off,per arrivare quanto più pronti
    possibile,e disputare questo mini campionato dignitosamente.Poi come
    andrà andrà.Se poi dovessimo uscire? Beh,meditando sulle sconfitte di
    Francavilla e Foggia. Forza Lecce