Domenica torna il “Sindaco”: Alessandro Conticchio riabbraccia la sua Lecce

18
Alessandro Conticchio

È un periodo particolare, da ogni parte, in ogni angolo, si vedono cartelloni pubblicitari che ricordano quanto le elezioni si stiano avvicinando. Noi non vogliamo schierarci in favore di nessuno, né tantomeno dirvi chi abbiamo intenzione di votare. Per un certo verso, però, oggi vogliamo parlare di un Sindaco, o meglio del Sindaco, il nostro: Alessandro Conticchio.

Questo soprannome, con il quale tutti lo ricordiamo, gli fu dato in occasione del derby Lecce – Bari, l’11 Dicembre del ‘99. Quella data la ricordiamo tutti, il diluvio di quel pomeriggio anche. Il “Via Del Mare” era ridotto ad un pantano, i salentini non riuscivano a sbloccare il punteggio quando, al minuto 17 del secondo tempo, il centrocampista napoletano si inventò un goal capolavoro, infilando la sfera sotto il sette e facendo letteralmente venire giù lo stadio.

Dal 1997 al 2002 Conticchio ha vissuto stagioni esaltanti con la maglia giallorossa, disputando cinque campionati di Serie A e uno solo di B.

In 149 partite sono state 13 le marcature realizzate dal classe ‘74, alcune di queste di pregevole fattura.

Abbiamo voluto ricordarlo, in questa settimana, poiché ricopre la figura di allenatore secondo del Messina, prossima avversaria dei giallorossi. La sua collaborazione con Lucarelli lo ha portato in terra siciliana dopo una breve parentesi in Toscana, nel Tuttocuoio.

Se anche in panchina metterà la stessa voglia di fare che sfoderava in campo, non avrà nessun problema a diventare un grande allenatore. Ricordando i primi anni 2000 ci facciamo del male, quei giocatori, quello stadio, quelle facce piene di grinta non le vediamo da troppo tempo, chissà che ai play off non si ritorni tutti uniti, verso un unico grande obiettivo.

  • Xxxxl

    Dovesse vincere il Lecce inguairebbe il Messina ma non credo che ne Conticchio ne nessuno dei grandi ex di questa partita si sognerebbero a fine gara di abbracciare avversariamici con il sorriso dI chi ha vinto la Champions .Rispetto.

    • Doncarlo

      Infatti Padalino dal derby, a foggia lo chiamano “il sindaco”

    • Leonardo Da Vinci

      Ancora con ‘sta storia di Padalino che saluta a fine gara….
      E’ una questione di stile. Salutare sempre e comunque, nel bene o nel male, vincendo o perdendo. E rendere onore anche a chi è stato più forte…Anche se sei tifoso della squadra con la quale hai perso.
      Oppure credi che rimanere scuro in volto e non salutare nessuno sia sintomo di rispetto ed estremo dolore?….(o magari di ipocrisia direi io….come fanno tanti monaci spogliati che segnano e x “rispetto” non esultano…e magari dentro sono le persone più felici del mondo).
      Signori, cresciamo, andiamo oltre le apparenze e le etichette. Cerchiamo di comportarci da esseri pensanti.

      • Augustu

        ANCORA? Non sarebbe ora di ricollegare il cervello alla tastiera?

      • tonio

        scusa Leonardo, sono d’accordo con te per il fatto che sia educato salutare nel bene e sopratutto nel male perchè ciò fa onore, ma assolutamente non sono d’accordo sul fatto che avrebbe potuto evitare di fare quella faccia da cazzo conviviale e sorridente dopo una sconfitta come quella subita. Ci sta il saluto ma non i modi. Perdonami, e non insultate chi per questa cosa ancora non si capacita, come il sottoscritto. non si tratta di ricollegare il cervello nè di crescere

        • Leonardo Da Vinci

          Ciao Tonio, rispondo a te perchè sei educato. Parto dalla fine del tuo commento. Non sono stato io ad insultare parlando di cervello da collegare etc etc….anche perchè rispetto chi la pensa diversamente.
          Ti confesso che anch’io a fine partita ero molto incazzato, per la mancata prestazione della squadra, ma anche per l’atteggiamento di Padalino. Ma io sono un sanguigno, e quasi sempre col senno di poi mi pento del mio impeto.
          Io credo nella buona fede di Padalino. Se (ma proprio SE) avesse avuto intenzione di avvantaggiare gli avversari, sarebbe andato a fine gara col sorriso e sotto l’occhio di telecamere e leccesi sugli spalti??? Dai…
          Ricordiamoci quanto era affranto e “distrutto” Masiello in quel derby…..e facciamoci due conti….
          Il dispiacere di una persona non si misura dalle lacrime che versa.

          • tonio

            ancora una volta ti dico che sono d’accordo con te che non è facendo il finto affranto che si ha rispetto per la tifoseria e sono altrettanto d’accordo che Padalino non abbia scientemente voluto favorire il foggia, ma ci mancherebbe pure, solo che, ripeto e lo farò fino alla morte, io al suo posto non avrei agito così.

            • C.P.

              Tonio, d’accordo con te, in quella situazione neppure io sarei stato così caloroso. Ma è un fotogramma, un sorriso di 5 secondi immortalato all’istante. E’ ora di finirla. Non mi riferisco a te, ma è una considerazione generale nei confronti di tanti “pappagalli” che ripetono “Padalino vattene o Padalino ciucciu” se non espressioni ancora più offensive, senza guardare al bicchiere che al momento è ancora mezzo pieno. Sono passate 5 giornate dalla partita persa malamente a Foggia: a parte il derby senza storia, abbiamo incontrato tutte squadre di prima fascia facendo 11 punti senza perdere con nessuna; purtroppo il Foggia nello stesso periodo ha fatto 15 punti chiudendo definitivamente il discorso primo posto. Stiamo perdendo di vista il vero obiettivo di questo momento: arrivare ai playoff nelle migliori condizioni psicofisiche. Noi tifosi dobbiamo resettare tutto e andare nella stessa direzione perché questo non è ancora il momento dei bilanci. Anche per non concedere alibi a nessuno,

        • Un callo per Catullo

          Giusto, mandiamo a meretrici una intera stagione, perchè non aveva la bocca rivolta verso il basso quando ha salutato. Questo è più importante. E si che a lecce il “falsi e cortesi” , e detto proprio azzeccato. Poi farlo prima dei play la ciliegina sulla torta, fa capire quanto interessa fare risultato quest’anno.
          Ancora con sta storia ma basta.

          • DeathSS

            Padalino vattene

      • DeathSS

        Padalino vattene!

        • Leonardo Da Vinci

          Devi essere un ultrà, visto la tua capacità di esprimere giudizi positivi argomentando le tue tesi.

    • tonio
  • Doncarlo

    Errata corrige. Non è napoletano ma di vicino Viterbo. Correggete che fossi io in lui mi offenderei

    • tonio

      non dire cosi…se non altro per rispetto verso il nostro bomber SASA’

      • Doncarlo

        Vabbe” dai sono modi di dire

  • Un callo per Catullo

    MITO sarai sempre il benvenuto a Lecce per me!

  • Lucas E Maura Jezek

    Facciamoli vincere! Tantu imu rricalati punti a cani e po r ci,magari inguaiamo il monopoli ..