Il Lecce si rialza, i tifosi non vogliono Padalino ma i calciatori vincono anche per lui

36

La risposta della squadra dopo l’umiliante sconfitta di Foggia c’è stata, il Lecce battendo il Fondi resta però a quattro punti dai dauni che hanno vinto per 1-0 a Catania ed il primo posto è sempre un miraggio.

La prestazione è stata positiva sotto l’aspetto dell’intensità, della voglia ed anche delle occasioni create, che sarebbero state utili per poter vincere con un risultato più rotondo. La sensazione dalla tribuna è stata che la squadra abbia giocato anche per il suo allenatore, dopo i chiarimenti avvenuti tra il mister ed il gruppo negli spogliatoi durante l’infuocata settimana appena trascorsa.

Atmosfera surreale al “Via del Mare“, con la Curva Nord che non ha dimenticato l’ultima sconfitta (così come la stragrande maggioranza dei tifosi giallorossi) ed ha invitato più volte la squadra a giocare con più attributi ma soprattutto Pasquale Padalino ad andare via da Lecce.
La partita per merito del Lecce si è messa subito sui binari giusti, com’era accaduto anche nella gara di andata onestamente, solo che a Fondi Perucchini non c’era ed oggi invece ha sventato almeno tre occasioni nitide degli avanti avversari, se una di esse fosse entrata, probabilmente, avrebbe potuto cambiare il volto alla gara.

Padalino ha dovuto mettere qualche toppa nell’undici iniziale, causa infortuni di centrocampisti e difensori, compresa la squalifica di Checco Lepore.
Il tecnico non ha però rinunciato al 4-3-3, suo marchio di fabbrica, ha sostituito Ciancio con Drudi sulla fascia destra, adattando Vitofrancesco (uno dei migiori in campo) sull’out di sinistra. A centrocampo, Maimone (schierato al posto di Tsonev, con Mancosu non pronto) ha avuto la sua giornata di gloria, sbloccando il risultato e disputando una partita tutta cuore e fisicità, tante volte invocata ed assente nel centrocampo giallorosso. In avanti si è rivisto dopo le due giorate di squalifica Torromino al posto di Doumbia, l’ex Crotone è partito come un razzo e si è procurato, poi realizzandolo, il rigore del 2-0.
La gara è vissuta di sussulti e contropiedi, con il Fondi che ha tentato di raddrizzare la partita ma i giallorossi sono stati sempre pungenti in ripartenza e dopo aver preso le misure agli avversari non hanno concesso più niente.

Mancano ancora sette giornate al termine del campionato ed il Foggia sembra non voler mollare più il primato in classifica. Al Lecce, dopo le sconfitte di Francavilla (un delitto) e Foggia (almeno lì perdere non lo è) resta solo una cosa da fare, pur preparandosi agli eventuali play-off: vincere senza lasciare più punti, a cominciare da domenica prossima sul difficile campo di Cosenza.

Condividi
  • Pask

    Arrivati a questo punto del campionato, quando hai lo scontro diretto a -1 in classifica, con solo 7 partite da giocare, solo un folle poteva dire che la sconfitta a Foggia era preventivabile e ci poteva stare. Per questo mi associo alla curva ed invito Padalino a fare le valigie e salire sul primo regionale direzione Nord…

    • A.Marangio, San Pietro V.

      Così come, tempo addietro disse con tono ironico

      • Maury

        Credo che Perucchini gli abbia fatto racimolare da solo qualche punto in più, magari ora la pensa diversamente…credo

      • Luigi

        Noi tifosi volevamo anche un mediano a centrocampo un difensore centrale veloce e soprattutto un vero terzino sx tu Padalino hai voluto Agostinone e basta anzi volevi pure l’ex portiere del Foggia Narciso. Quindi muto e vai via quanto prima.

      • trevisan

        Effettivamente siamo malpensanti se consideriamo che ci teneva a Gomis (che adesso è terzo portiere nella Paganese) e la tifoseria ha imposto Perucchini, mentre Agostinone, che non volevamo, lui lo ha fatto comprare (con un mega contratto ed adesso non ci sono i soldi per un allenatore!). Sembrerebbe tutto fatto per facilitare il Foggia, ma non lo penso.

    • Luigi

      Anche xché il Foggia visto a Catania nn mi è sembrata quella squadra di fuoriclasse tanto pavoneggiata anzi meritava di perdere visto le oltre 5 occasioni contro 2 mangiate fai giocatori catarsi che se nn avessero preso il gol su autorete sicuramente nn avrebbero mai perso. È questo che oggi mi fa incazzare in quanto se noi avessimo giocato e nn giochicchiato e avessimo schierato una formazione tatticamente giusta un 352 con Maimone e Lepore Ciancio e Vitofrancesco nn avremmo perso. È questo purtroppo il limite di Padalino che conosce un solo modulo e nn sa motivare la squadra ne schierarla in relazione all’avversario. Ieri abbiamo vinto ma x meriti dei giocatori ma nn certo di Padalino. Infatti dopo i primi 2 gol solo contenimento occasioni da gol venute senza schemi ma solo x intraprendenza dei singoli. È così nn si va da nessuna parte. Dobbiamo solo sperare che ai play off la fortuna ci accompagni e i giocatori ci mettano l’anima. Altrimenti sesto anno di serie c sicura. Maimone Mancosu Costa Ferreira Caturano Torromino Doumbia Cosenza sono imprescindibili come Vitofrancesco a sx il resto può cambiare.

    • Achille Pesce

      Cosi continuamo con gli stessi errori fatti in questi anni di purgatorio e cambiamo l’ottavo- decimo allenatore in 5 anni !
      Quando si inizia a costruire una palazzo di tre piani se dopo aver realizzato il primo paino ci si rende conto che non ci piace si apportano delle modifiche e invece noi cosa vogliamo buttare giù quello fatto sin’ora ovvero il primo piano e ricostruire da zero un altro piano ! Bene e allora quando finiamo ?
      Se tu e tutti gli altri capite di calcio ma non potete osservare le esperienze delle altre squadre per impareare qualcosa . Non avete notato che dopo Calciopoli sinchè la Juventus cambiava de allenatori per anno non vinceva nulla e faceva brutte figure ? Quando ha dato fiducia a un allenatore Conte a vinto.
      e poi guarda il Catania quest’anno dopo rigoli 7 partite sei sconfitte e un pareggio.
      Pero se cacciano Padalino c’è di positivo che i possiamo cercare di fare concorenza a Zamparini !

  • Frank

    Arrivati a questo punto del campionato contestazione completamente inutile, sterile, stupida e controproducente esattamente come chi l’ha realizzata!!! Poveri a noi se tice a Lecce

    • DeathSS

      Quindi dovevamo ringraziarlo xkè tanto abbiamo perso con la capolista? Della sua cittâ..

      • Frank

        A me Padalino non piace e meno ancora mi è piaciuto il modo in cui è venuta la sconfitta: senza lottare! Ora accetto pure che il pubblico o gli ultras manifestino il loro disappunto per l’operato del Mister, però, nelle condizioni attuali, a 8 giornate dal termine, secondi in classifica, con ancora qualche flebilissima speranza di giocarci la B diretta, con i Play off alle porte(che alla fine sempre alla serie B porteranno) vale la pena contestare così pesantemente correndo il rischio di distruggere completamente il giocattolo? Personalmente dopo aver rotto i co….i con lamentele di tutti i tipi, anche pesanti, su tutti i media preferirei mantenere saldo e compatto l’ambiente e sperare di giocarci bene le ultime carte ancora disponibili. Non siamo ancora condannati ad un altro anno di lega pro. A me sembra che qualcuno, che nella vita non ha voce in capitolo, sfoghi male le sue carenze e frustrazioni su una squadra che non è di sua proprietà. NORD AVVISATA

        • Frank

          Il Lecce è di tutti, non è solo loro, sia chiaro!!!

        • DeathSS

          la nord trema dopo questo avviso..

  • A.Marangio, San Pietro V.

    Io non sono Ultras, pago il biglietto e l’abbonamento dal 1987 Lecce-Cesena a San Benedetto del Tronto, Padalino mi ha deluso non perché ha salutato Coletti o perché tifoso del Foggia (d’altronde lo sapevamo già ad inizio campionato) ma perché ha detto che “una sconfitta con il Foggia primo in classifica” (quando eravamo a solo un misero in punto più di noi) ci “può stare”. Per me una simile dichiarazione non la puoi fare così come non possiamo perdere, senza giocare, 0-3, in casa con il Matera, perdere in quel modo a Francavilla, perdere a Foggia in quel modo autolesionistico, 3-0. Il nostro campionato ed i – 4 attuali sono figli di questi 3 importantissimi match dove praticamente non abbiamo giocato, e se non abbiamo praticamente giocato di chi è la colpa? Mia? E poi lasciateli stare i foggiani che scrivono sui social, ho saputo cose da un esponente della tifoseria rossonera che lavora da anni nel mio paese che non potete neanche immaginare, e me la tengo per me, perché mi riservo il dubbio di non crederci! Foggia, per fortuna, non è Lecce, il livello di criminalità attualmente è superiore a quello di Napoli, da buon intenditor….

    • Pask

      dimenticando la sconfitta surreale di Caserta dove in 11 contro 10 per oltre un tempo non siamo stati capaci di tirare 1 e dico 1 volta in porta. Padalino VATTENE.

    • DeathSS

      Beh ormai hai scagliato la pietra,parla! Sappiamo giá ke hanno sparato..non penso sparino pure dai social..

    • Lecce.Stop.

      cioè non ho capito…è un avvertimento?….dobbiamo spaventarci?….sono loro che vengono a sfottere e insultare in CASA NOSTRA…..

    • Pingatosta

      Caro Marangio,gli spalti dall inizio dei tempi sono uno spaccato della società….non so chi sia l “esponente” che tu conosci, ma ti garantisco che la tifoseria foggiana è composta al 99 percento da gente onesta che si alza la mattina e magari arriva fino s.pietro v. per sbarcare il lunario….ti dico che,almeno nella mia città,il delinquente,quello vero,non va allo stadio per prendersi una denuncia…le denunce le prendono per altre cose….per quanto riguarda la mia città può darsi che stia passando un momento difficile,ma questi momenti sono passati in tutte le città della Pugla,Lecce in primis…..saluti

      • A.Marangio, San Pietro V.

        Pingatosta i forum sono fatti per partecipare alle discussioni, non sono aule di Tribunale o uffici della Questura, non a caso abbiamo tutti un nomignolo “alla cazzu te cane” diciamo dalle mie parti, Pingatosta, Lecce.Stop, Death SS, Pask ecc…L’esponente che conosco è un mio carissimo amico, da anni, “coccolato, riverito e adottato” dalla mia comitiva, Foggiano DOC, esponente del Vecchio Regime Curva Nord, non lo sputtano certo su Pianeta Lecce con tutto il rispetto che ho per PL, e mi sono già esposto troppo, spesso confrontiamo le 2 realtà, ma il vero confronto lo fa lui, visto che è lui che si divide tra Foggia e San Pietro/Lecce, mi racconta di una città, a differenza di Lecce, con grossi problemi sociali ed economici oltre che di criminalità organizzata davvero agguerrita, non ho mai messo in dubbio le qualità della maggioranza della tifoseria Foggiana, ho soltanto detto che mi è stato riferito, che una frangia, o chiamala minoranza, della tifoseria foggiana potrebbe essere in grado di “condizionare” calciatori e dirigenti anche forestieri, così come la nostra di frangia potrebbe condizionare l’esonero di Padalino! Sei a conoscenza di cosa subirono i calciatori foggiani dopo il derby con l’Andria? Quindi senza stare qui a fare un indagine, o moralismo, se per te l’ambiente foggiano e simile a quello leccese e sono tutte puttanate, buon per te, leggo e ne prendo atto, io credo a quello che mi è stato riferito, per una questione di fiducia e di realtà, realtà nel senso che chi me lo racconta lo vedo in faccia e lo conosco, sui social possiamo dire tutto e niente! Forse ho sbagliato ad iniziare un simile discorso, mi rendo conto che non si può affrontare con un post. Ti saluto e sia chiaro che se andrete in B è perché ve la siete meritata e guadagnata sul campo mentre le nostre “signorine” giallorosse alcune volte hanno giocato con la puzza sotto il naso!

        • Pingatosta

          L episodio post Andria Foggia sicuramente è stato causato da frangi violente ma non per questo l episodio è collegabile a criminalità organizzata o altro….x il resto noi abbiamo una società cazzuta e con “l unghia spaccata” e nn credo si facciano infinocchiare da 4 cretini, tesserati o meno, dopo aver investito 12 milioni in 2 stagioni….il motivo x cui ORA siamo primi è xke dopo 20 anni la piazza ha acquisito mentalità e atteggiamento da serie C dimenticando Zeman,serie A e cazzate varie….senza di quella non si sale

        • Foggia

          Egr. Marangio, mi è stato riferito di questo Suo intervento ed essendo responsabile del gruppo da Lei nominato, e tirato in ballo in una discussione del tutto assurda per il mio modesto parere, mi preme chiarire alcuni punti.
          1) Se fossimo così “bravi” a “condizionare” calciatori, dirigenti e/o aribitri di certo non staremmo a giorovagare tra serie D e C da più di 20 anni;
          2) il dopo derby con l’Andria, gesto deprecabile a mio modesto parere personale, non è nè una nostra invenzione e nè una nostra prerogativa, non siamo stati i primi e di certo non saremo gli ultimi;
          3) di esponenti del gruppo da Lei nominato in quel di San Pietro Vernotico non ne abbiamo, e anche se così fosse, può stare tranquillo che non sarebbe a conoscenza che: “che una frangia, o chiamala minoranza, della tifoseria foggiana…..” semplicemente perchè tutto ciò, come specificato già al punto 1, non esiste.
          Chiudendo la discussione, si forse è la volta buona che torenremo in serie B lo spero con tutto il cuore, come spero che in serie B ci torniate anche voi e può star certo della mia sincerità per il semplice motivo che quel giorno a San Benedetto Del Tronto io c’ero insieme a voi.

    • Achille Pesce

      Io c’ero a San Benedetto del Tronto ancora ricordo la delusione, meritavamo di vincere invece il Cesena e Bolchi con un gioco squallkido salirono in A.
      il Salento è il Salento ed unico ,e si fanno i paragoni con zone ad alta criminalità dove le assicurazione dell’autonoleggio non coprono i furti d’auto!
      I paragoni e i confronti il Salentini gli devono fare con chi a un tenore di vita e un senso civico migliore cosi si impara e si migliora,

  • Alessandro

    Marco marini il campionato mo finisce e se si fanno ancora riferimenti con i vecchi portieri come se le colpe del nostro secondo posto siano dovute a questo. Come mai i vari Cosenza, Pacilli ,Perucchini,Giosa e compagnia quando affrontiamo partite che contano spariscono dal campo? Se sono giocatori forti non si dovrebbero vedere con queste squadre? o, con tutto il rispetto, quando giochiamo contro la Vibonese che tra l’altro siamo riusciti a far fare 3 gol a questa squadra in due partite che prima di noi ne aveva realizzati solo 11 di reti in quasi un girone e mezzo. Pensa un po te quante difficoltà abbiano i nostri avversari a facci gol. Sarebbe stato meglio rinforzare la nostra squadra dove veramente ne aveva bisogno, anziché fare tante chiacchiere sul portiere.

    • DeathSS

      Gomis era ciuccio!

  • Maury

    Sono ormai 6 anni che perdiamo i campionati a causa delle pessime prestazioni negli scontri diretti eppure di allenatori in tutto questo tempo se ne sono avvicendati parecchi sulla nostra panchina…a questo punto viene spontaneo un dubbio, è colpa davvero di Padalino e vale la pena contestarlo per una sconfitta probabilmente decisiva per il nostro campionato o andiamo avanti cercando di mettere le basi per qualcosa di positivo e duraturo che possa portare in tempi brevi a risultati importanti e alla tanto ambita promozione in B???

    • DeathSS

      A fine campionato quistu se nd’ave scire!

      • Maury

        Probabilmente sarà così ma cambiare ora sarebbe un suicidio visto che la squadra ha fatto intendere di essere dalla parte del suo allenatore…mancano 7 partite più eventuali playoff, non è ancora finita

  • Albert Einstein

    Capisco l’amarezza che si puo’ provare arrivati a questo punto del campionato e la consapevolezza che il primo posto restera’ una chimera, pero’ permettemi di dirvi che la contestazione e’ sbagliata in ordine di tempo e modi.

    La societa’ e’ stata abbastanza chiara (e va rispettata) si andra’ avanti fino alla fine con Padalino, i fatti passati dimostrano che il cambio di allenatore non porta nulla di buono a poche giornate dal termine.

    Capitolo ultras: ho iniziato a frequentare il via del mare alla fine degli anni 70, ricordo curve traboccanti di bandiere e cori di incitamento all’indirizzo della squadra, presidente, calciatori ecc., trasferte in ogni angolo d’italia con treni semifatiscenti che d’estate si trasformavano in vere e proprie fornaci.

    Oggi gli ultras sono una frangia politico/partitica che sfrutta lo stadio per autocelebrarsi e sono ahime’ (non ve la prendete se ve lo dico) poco funzionale o addirittura contrari agli interessi della squadra, si alcoltano cori tipo “no alla tessera”, “ultra lecce senza padroni” ecc. ecc. e chi se ne frega???? per non parlare delle trasferte, disertate sempre per apparenti fini politici e linee di pensiero.

    A cosa servite?????

    Dobbiamo dire sempre grazie agli ultras per le dimissioni in massa e di corsa degli ultimi 2 consigli di amministrazione dell’ U.S. lecce, gente che ha dato lustro con 15 anni di successi (Semeraro), gente che ha speso di tasca propria 14-15 mln di euro (Tesoro), adesso sotto a chi tocca, quanto manterra’ la societa’ entrante e Sticchi Damiani che con enorme dispendio economico e sacrifici personali ha messo su l’ennesima baracca? messa subito alla berlina perche’ non ha accontentato un manipolo di tifosi che chiedono alla squadra, “dov’eravate a Foggia”? come se loro avessero popolato gli spalti dello zaccheria e si fossero prese le umiliazioni toccate ai veri tifosi che allo zaccheria c’erano insieme a squadra e dirigenti.

  • Leccesololecce

    b giorno a tutti. A questo punto credo che il segnale più importante lo abbia dato la squadra,dimostrando di essere compatta e di remare tutti a favore,e per il tecnico. Adesso mi domando cosa serve continuare a contestare? Dato che il gruppo è unito? Ci converrebbe fare quadrato e remare tutti nella stessa direzione. La socità avrà fatto delle valutazioni in merito,ha pensato che il cambio probabilmente possa portare conseguenze peggiori,o magari non avendo dei grandi capitali,non possiamo permetterci un allenatore con la A maiuscola! Potrebbe anche essere cosi’ percè no. Allora cari amici ,questo o ci sta bene,o ci deve stare bene . Poi ognuno può dire ciò vuole e di conseguenza fare quello che vuole.

    • Maury

      Non credo sia una questione economica ma un discorso di “categoria”; la Lega Pro non la vuole nessuno e trovare un allenatore di “Serie A” disposto a scendere in questo inferno credo sia quasi impossibile (soprattutto a 7 giornate dalla fine), quindi non vedo alternative se non quella di stare vicini a squadra e società in questo finale di stagione come giustamente hai detto cercando di raccogliere quanti più punti e possibile anche in vista di eventuali playoff. Attualmente siamo la miglior seconda di tutti e 3 i gironi, sarebbe un piazzamento ottimo

      • Leccesololecce

        Maury,concordo ma ti assicuro che co pochi soldi che abbiamo ,non possiamo permetterci grosse alternative. Rimane il fatto che i giocatori a questo punto essendo col mr ,dovranno dimostrare e dare il massimo per poter raggingere l’obbiettivo finale. Una cosa è certa anche loro si devono assumere le proprie respnsabilità in quanto non sono certo esenti da colpe.

  • LecceNelCuore

    Io credo che, a prescindere dalla partita di Foggia , il Lecce si sia giocato il primo posto molto prima.I provvedimenti si dovevano prendere in tempo quando ancora potevamo allungare il vantaggio.Ora fino a quando la matematica dice che niente è perduto si può sognare.Si, perché solo di sogno ora si può discutere.Peccato perché quest’anno poteva essere l’anno giusto, è questo, che i tifosi non riescono a mandare giù, è troppo amaro il boccone.

    • Leccesololecce

      Concordo con te anche perché a foggia si poteva perdere in quanto com organico sono all’altezza ,se non superiori al nostro. Detto questo il campionato lo abbiamo probabilmente perso prima ,quando si poteva e si doveva rinforzare la squadra,per colmare le numerose lacune.

    • Achille Pesce

      Verissimo Monopoli, Vibonese, Fondi vittorie mancate e Francavilla, Casertana pareggio mancato.
      +8 punti

  • Francesco Solazzo

    Se un allenatore è all’altezza e vuole veramente vincere, ….a Gennaio rinforza la squadra li dove è più deficitaria.
    Noi eravamo bassi in difesa ed abbiamo preso uno ancora più basso (Agostinone). Avevamo bisogno di esterni forti per spingere, ed abbiamo ceduto l’unico che spingeva bene (Contessa) e messo in panchina Vitofrancesco.
    La catena Contessa – Doumbia iniziava a funzionare, e la abbiamo smantellata. Serviva un vice Caturano, e gli abbiamo preo un “concorrente antagonista” tanto che Caturano non si esprime più e Marconi lo lasciamo in panchina. Solo Costa Ferreira è stato azzeccato, ma bella forza, a centro campo si riusciva a schierare Lepore! E poi, lamentavamo poco peso davanti alla difesa ed in area, e l’unico alto e di peso (Maimone) è rimasto a fare la maglia in panchina, a vedere Agostinone arrampicarsi con la scala sul collo degli attaccanti.
    Condiamo tutto ciò… col Non Gioco…….e poi parliamone.

  • PIPPI

    per fortuna sono pochi li ciucci ca raghianu a vuoto cercate di capire che le contestazioni hanno un limite FORZA MISTER PADALINO E FORZA LECCEEEE

  • Franco de Luca

    I giocatori hanno vinto per loro stessi e non per Padalino. Non potevano fare ancora un’altra figura meschina, sarebbero stati anche per loro c..zi amari.